In programma a settembre una serie di eventi celebrativi per il compleanno della struttura di accoglienza
marsciano-centr

Un mese di settembre ricco di eventi per la Fondazione Fontenuovo Onlus, organizzati in occasione della ricorrenza del ventennale della Residenza Protetta “Casa di Accoglienza Maria Immacolata” di Marsciano.
Si apriranno ufficialmente i festeggiamenti
domenica 8 settembre, presso il salone della Residenza Protetta, con la funzione religiosa curata dal Cappellano Don Mario Pomara. A seguire si svolgerà l’Open Day e l’inaugurazione della mostra iconografica realizzata dal Servizio di Animazione socio-educativa.
Le celebrazioni proseguiranno poi nel pomeriggio di
mercoledì 11 settembre dalle ore 15.30, presso la sala comunale Capitini, con la tavola rotonda dal titolo “Vent’anni di accoglienza all’anziano fragile; il rapporto con l’Identità, i Servizi, il Territorio: #ricordarepercontinuare”. Un momento importante, di apertura e confronto, sul terreno privato e pubblico della nostra identità operativa.
«Un momento – sottolinea Orfeo Ambrosi, Presidente Fondazione Fontenuovo – per ripercorrere la memoria e condividere i progetti innovativi, quali la presentazione del Telefono Alzheimer, per ribadire una cifra stilistica dedicata a rispondere al meglio ai mutati bisogni delle persone anziane e delle loro famiglie con esperienza, professionalità e innovazione».
Alle ore 18 di mercoledì 11 settembre, nella Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista, si terrà poi la Santa Messa Solenne, presieduta dal Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo Metropolita di Perugia – Città della Pieve.
Sabato 14 settembre si terrà l’evento conclusivo dei festeggiamenti, rappresentato da un appuntamento di impegno e allegria: la cena di solidarietà, organizzata presso l’Oratorio Santa Maria Assunta.
Una serie di eventi quindi per celebrare il ventennale della Residenza Protetta “Casa di Accoglienza Maria Immacolata” di Marsciano, da sempre promossa come espressione di cura delle persone più fragili, nata dalla volontà del compianto Don Silvio Corgna e dalla generosità di Ines Prosperi e di tanti benefattori. La “Casa” esprime sin da subito una vocazione all’accoglienza ed all’assistenza degli anziani in difficoltà; vocazione questa, conservata e consolidata attraverso due decadi di lavoro e formazione, nel solco identitario di una missione dedicata all’anziano, come “soggetto attivo”, coinvolto nell’assistenza e nei servizi a lui diretti, promosso nel valore e nella dignità inalienabile della sua vita, seppur nella fase terminale.
Vent’anni di cammino con importanti passaggi istituzionali che hanno accompagnato l’evoluzione della iniziale struttura di riposo verso l’attualità di residenza professionalizzata, che persegue obiettivi di qualità e di eccellenza nell’ambito della nostra regione. E, al contempo, vent’anni di cammino percorsi senza mai perdere la natura semplice di prossimità, di dimensione comunitaria e familiare, di contiguità col proprio territorio.
Il ventennale ha visto in questi giorni anche un’anteprima: il
I° TORNEO DI CALCETTO CAMI, disputato il 3 e 6 settembre, dai giovani del territorio, in occasione delle iniziative per la settimana OSMA. Il torneo culminerà con la premiazione dei vincitori, nella serata finale, ad opera di una rappresentativa degli ospiti della residenza protetta.

condividi su: