La 412ma edizione della Festa della Consolazione ha chiamato a raccolta anche quest’anno migliaia di visitatori, per una ricorrenza che raccoglie sempre grandi consensi
Foto fuochi 2019

Con lo scintillante spettacolo pirotecnico si chiude la 412ma edizione della Festa della Consolazione. L’Etab, ente proprietario e promotore dei festeggiamenti, in un comunicato ha espresso tutta la propria soddisfazione per un’edizione che si è rivelata straordinaria.

“Un doveroso ringraziamento – dice la presidente di Etab, Claudia Orsini – agli enti patrocinatori (Regione Umbria, Comune di Todi, Diocesi di Orvieto – Todi, Pontificio Istituto di Musica Sacra) e alle tante imprese e associazioni che hanno collaborato a vario titolo per la buona riuscita della rassegna.

Un grazie speciale ai Direttori Artistici Maestri Mons. Vincenzo De Gregorio e Prof. Emiliano Leonardi che anche nella quarta edizione del Festival di Musica Sacra a Todi hanno proposto una serie di eventi per la prima volta in versione diffusa.

Gremita la Chiesa della Consolazione in occasione del concerto inaugurale del 6 settembre; un sentito ringraziamento all’amatissimo Soprano Laura Toppetti ed al Maestro Prof. Luigi Ciuffa che, il prossimo anno accademico, reggerà il timone del Conservatorio F. Morlacchi di Perugia in qualità di Direttore. 

Un grazie speciale a Diego Costantini (Tower Gallery) che, nel primo semestre dell’anno, ha lavorato per tessere, insieme al Segretario generale dell’Accademia Nazionale di San Luca Prof. Francesco Moschini, la serie di contatti che ha portato a Todi esperti e accademici di fama internazionale in tema di “organismi cupolati a pianta centrale del Rinascimento” come i professori e storici dell’arte Paolo Belardi, Federico Bellini, Claudio Strinati  e Paola Zampa.

Il seminario-evento, all’interno della celebrazione ha nuovamente visto gremita la Chiesa della Consolazione; ad assistere esperti e docenti non solo umbri.

La conferenza è solo l’inizio di una serie di incontri finalizzati a celebrare il Tempio, attirando l’attenzione degli accademici; lo stesso Bruschi ricordava già in occasione della monografia dedicata al Tempio nel 1991, come sia molto lunga la strada della ricerca accademica intorno al Tempio della Consolazione.

Lo stesso Claudio Strinati, facendo riferimento al volume di Filippo Orsini e Nadia Bagnarini sulla figura di Bernardino da Todi, ha evidenziato come la ricerca filologica sia ancora tutta da sviluppare per il Tempio tanto caro ai tuderti. 

Molto apprezzate sono state le attività di animazione organizzate dall’Associazione Cittadini Protagonisti, Bar Caffè della Consolazione e del Gruppo Volontario Vincenziano di Todi da sempre  presente l’8 settembre a Todi. 

Un grazie alle forze dell’ordine ed alle autorità militari che hanno, insieme al Gruppo di Protezione Civile La Rosa dell’Umbria Onlus ed al comitato locale della Croce Rossa Italiana, reso possibile senza inconvenienti la manifestazione. 

Un grazie alla band dei Conse che con il loro sound hanno scaldato il cuore di tutti i presenti con particolare riferimento al pubblico dei giovanissimi pronti ad immortalare il concerto con i telefonini alzati in cielo poco prima del lancio “degli spari d’archibugio”.

Molto partecipate anche le funzioni religiose, con il tradizionale triduo, la processione nella serata del 7  oltre, naturalmente, alla solenne celebrazione, presieduta da S.E. Mons. Benedetto Tuzia Vescovo di Orvieto–Todi.

Il pubblico tuderte  e non, ha superato le più rosee aspettative con migliaia di presenze : sicuramente un grande coinvolgimento della Città e del  territorio. 

Grande anche l’interesse per l’evento filatelico organizzato dall’Ing. Francesco Amelia, Presidente dell’Assocazione “Perusia Collector”,  dedicato alla ricorrenza dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci nonché alle foto vincitrici dell’edizione 2019 del  Concorso fotografico “Polvere di Stelle sulla Consolazione”.

Nella serata del 6 sono stati presentati i programmi del Festival di Musica Sacra (prossimo concerto 10 ottobre con musiche di Victoria Poleva), ma anche le attività formative del progetto Leonardo (prossimo appuntamento alla Sala del Consiglio Comunale il 28 settembre ore 10,30 con Raffaele Davanzo, storico dell’Architettura e Presidente dell’ISAO di Orvieto che ci porterà nel mondo di  “Leonardo Architetto”).

Corpose le pagine di rassegna stampa che hanno raccolto l’attenzione di testate regionali, nazionali, quotidiani e periodici sulle varie iniziative; a queste si sommano i numerosi servizi e speciali video.

Tutti gli eventi sono stati seguiti anche dal popolo del web come dimostrano gli straordinari insight dei vari social FB, TW e instagram.

Oltre 1000 le iterazioni con i post solo con l’ultimo fine settimana con oltre 4000 visualizzazioni in tre giorni.

In sintesi, con le parole di Mons. De Gregorio, anche quest’anno il Tempio si è confermato come un punto di riferimento per la cultura e la musica a servizio della nostra straordinaria storia di civiltà cristiana”.

condividi su: