Condividi su facebook
Condividi su twitter
Per il sindaco di San Venanzo Marsilio Marinelli, si tratta di un Incentivo per contrastare il calo delle iscrizioni, dovuto alla crisi delle nascite
scuola primaria san venanzo

Bonus scuola per chi si iscrive a San Venanzo. La giunta comunale ha infatti deliberato l’adozione di un apposito bando pubblico per la concessione di un contributo economico a favore delle famiglie degli alunni che frequentano l’istituto scolastico. Il contributo verrà concesso agli alunni frequentanti il primo anno della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado ed anche per quelli che si iscrivono per la prima volta a qualsiasi classe delle scuole dell’Istituto comprensivo, anche se non residenti nel Comune.

“Ormai da qualche anno – dichiara il sindaco Marsilio Marinelli spiegando le motivazioni dell’iniziativa – uno dei problemi più rilevanti dell’Italia è il fenomeno della denatalità. Ogni anno si registra infatti un decremento nel numero delle nascite, un fenomeno che si ripercuote ovviamente anche nei comuni più piccoli aumentandone le problematiche legate ad un invecchiamento complessivo della popolazione residente e ponendo anche serie difficoltà nella gestione ed organizzazione dell’attività scolastica”.

“Questa contrazione delle nascite – puntualizza Marinelli – determina come conseguenza ovvia una contrazione nel numero di iscritti al nostro plesso scolastico comprensivo. Per cercare di contrastare tale fenomeno in questi anni sono state investite risorse importanti dello stesso bilancio comunale per promuovere progettualità a favore della nostra scuola che hanno consentito di ampliare di molto l’offerta formativa ed oggi aggiungiamo anche questo ulteriore incentivo con risorse del nostro bilancio comunale”. La domanda di contributo dovrà essere presentata entro il 20 dicembre e il contributo economico verrà erogato, dietro dimostrazione che l’alunno abbia frequentato regolarmente almeno fino a marzo 2020.  (ptn 577/19   12.30)

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter