Condividi su facebook
Condividi su twitter
BROCHURE-JACOPONE-ART-FESTIVAL-2019-3_page-0002

Il Liceo “Jacopone da Todi” di Todi annuncia la terza edizione di “Jacopone Art Festival”, una iniziativa originale e avvincente, davvero unica nel suo genere, in quanto dedicata al connubio di arte e impegno sociale. Il Festival sarà realizzato presso la sede del Liceo in Largo Martino I (Aula Magna e Chiostro di San Fortunato), nei giorni sabato 19 e domenica 20 ottobre 2019, dalle ore 16.15 alle ore 20.30 nella prima giornata e dalle ore 17.15 alle ore 20.30 nella seconda giornata. 

“Attraverso il Festival – dice il dirigente Sergio Guarente – ideato e coordinato dal Prof. Luca Castrichini, docente di Storia dell’arte presso il Liceo “Jacopone da Todi”, il nostro Istituto presenterà e pubblicizzerà alla comunità locale e regionale le molteplici e affascinanti attività artistiche, culturali e di impegno sociale ideate e realizzate dal Liceo. Le varie proposte – interviste ad artisti, filosofi, storici, concerti di musica classica e moderna, rappresentazioni teatrali – saranno organizzate ed eseguite dai nostri studenti, con la  supervisione dei nostri docenti e di esperti esterni.  

Questa iniziativa costituisce, dopo il successo delle due edizioni precedenti, un appuntamento annuale, che permetterà alla comunità cittadina e regionale di conoscere le aspirazioni dei giovani, di considerare il loro grande potenziale e di investire nella loro auto-realizzazione e nel loro impegno attivo,  non solo in termini di cultura generale, ma anche di competenze finalizzate in futuro all’inserimento nel mondo del lavoro. Inoltre, il Festival si propone di promuovere e consolidare una positiva sinergia del Liceo “Jacopone da Todi” con i soggetti privati e le Istituzioni pubbliche, nell’ottica primaria della valorizzazione delle idee e dei talenti dei nostri giovani, sui quali è fondamentale investire e scommettere, in quanto portatori di dinamismo e di rinnovamento”.   

Con questa manifestazione, dunque, il Liceo “Jacopone da Todi” ribadisce la sua generosa volontà di “contaminarsi” con il territorio, attraverso la passione per la cultura e per l’arte, congiunta all’impegno solidale nei confronti dei giovani e della società.
Ingresso libero.

 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter