Alcuni consigli per risparmiare sui consumi domestici di gas ed energia elettrica
lampadina a risparmio energetico

In Umbria l’acqua costa cara, carissima, al punto che nella classifica italiana è la seconda regione più costosa in assoluto, sotto questo punto di vista. Si parla infatti di cifre che dovrebbero far riflettere, visto che qui le bollette per l’acqua arrivano intorno ai 563 euro per famiglia, con un incremento annuo che si attesta intorno al +2%. E il futuro preoccupa più del presente, con possibilità di ulteriori incrementi anche su gas e luce.

Per questo sarà sempre più necessario considerare con occhio attento le spese in bolletta energetica, in modo da bilanciare quelle per l’acqua. Primo consiglio utile, la base da cui partire: bisogna trovare una proposta gas e luce, come quella di Green Network, per dirne una, che sia in linea con le proprie esigenze di consumo. Dopo questo punto di partenza, ora vediamo che altri consigli possono essere utili.

3 modi per risparmiare sulla bolletta della luce
Il primo modo per risparmiare sulle bollette della luce non può che essere la sostituzione delle lampadine a incandescenza con quelle a LED. Queste ultime consumano decisamente di meno, e consentono quindi di tagliare in modo importante i costi legati all’elettricità.

In secondo luogo, attenzione agli elettrodomestici, perché quelli vecchi consumano moltissima energia elettrica. Sarebbe meglio sostituirli e di acquistare dei dispositivi moderni, con etichette energetiche elevate, minimo A+++. In questa maniera è possibile usare dei device ottimizzati per il risparmio delle risorse energetiche, aiutando anche l’ambiente. 

Terzo e ultimo suggerimento: installare dei sensori di movimento collegandoli all’impianto elettrico. Se da un lato le lampade LED fanno risparmiare, dall’altro accenderle solo quando serve migliora ancor di più la situazione in bolletta.

3 modi per risparmiare sulla bolletta del gas
Per contenere le spese gas, si consiglia di installare un termostato smart sui caloriferi, dato che questo piccolo apparecchio permette di monitorare meglio i dati di consumo tramite le app per smartphone, e di intervenire sugli sprechi immediatamente.

Il secondo consiglio, utile per abbattere gli sprechi nella bolletta del gas, è di curare con attenzione i termosifoni. Questo vuol dire procedere allo sfiato, tramite le apposite valvole, per permettere alla superficie del calorifero di riscaldarsi in maniera uniforme, così da ottimizzare la diffusione del calore nelle stanze. Inoltre, bisogna sempre lasciarli liberi ed evitare di stenderci sopra i panni, o di posizionare di fronte gli stendini.

La coibentazione dell’edificio è un must assoluto, soprattutto perché prevede forti incentivi statali. Il cappotto termico protegge l’abitazione dalle fughe di calore, e dall’ingresso del freddo dall’esterno. In tal senso, è possibile ottimizzare ancor di più il riscaldamento installando gli infissi termoprotettivi, come le apposite finestre.

condividi su: