Condividi su facebook
Condividi su twitter
guida repubblica todi

A cantare la bellezza di Todi, con  un racconto corale che attraversa il tempo e lo spazio della città, sono Corrado Augias, Silvio Muccino, Paolo Genovese, Pupi Avati,  Ernesto Galli Della Loggia, George Tatge, Giovanni Grasso, Silvio Garattini, Michele Zarrillo, Adriana Asti, Carla Vangelita, Alberto Michelini, Alberto Vitale, Dario Cassini…
L’elenco è lunghissimo, tante quante sono le pagine – ben 408 –  della Guida che Repubblica ha dedicato alla città e che da oggi, sabato 7 dicembre, è disponibile in allegato al quotidiano, in libreria e nei book online.

E’ l’ultima uscita della fortunata collana editoriale diretta da Giuseppe Cerasa e la prima dedicata a una piccola città. Un esperimento, che verrà quasi di sicuro presto replicato altrove, che consacra Todi anche come laboratorio di un nuovo modo di fare comunicazione turistica.
Quella che già sta andando a ruba (oltre 2.000 le prenotazioni prima dell’uscita) è infatti una guida diversa. Anzi, forse non si può neppure chiamare guida.

Sì, è vero, c’è una sezione importante sulla ricchezza artistica e monumentale della città, ci sono gli itinerari che si muovono dalla piazza nel territorio circostante e verso i borghi vicini e in direzione degli altri centri importanti dell’Umbria, c’è una corposa parte eno-gastronomica, ma ci sono soprattutto le storie, tantissime, di persone innamorate di Todi, tuderti e non, ci sono gli artisti, gli artigiani, le botteghe, le istituzione storiche, le scuole, le associazioni.
Tutto quello che rende viva quella che fu definita “la città più vivibile del mondo”.

Sabato 7 dicembre, alle ore 17:30, nella Sala del Consiglio comunale, la Guida sarà presentata ufficialmente alla presenza di istituzioni e autorità ma anche di tanti ospiti chiamati a rinnovare “in diretta” la loro dichiarazione d’amore per la città: Paolo Genovese, Corrado Augias, Beverly Pepper, Silvano Spada, Adriana Asti. E poi, ancora, Luisa Todini, Silvio Garattini e molti altri.
Un elenco di tanti amici famosi e spasimanti che poche altre città in Italia possono vantare.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter