Condividi su facebook
Condividi su twitter
La scultura che simboleggiava la rinascita del borgo massetano dopo il terremoto, è stata sottratta nottetempo tra venerdì e sabato scorsi
Statua rinascita massa

Una nota del sindaco di Massa Martana, Francesco Federici, porta a conoscenza di un fatto increscioso accaduto a Massa Martana. Presumibilmente, nella notte tra venerdì e sabato scorsi, è stata rimossa e trafugata la scultura collocata il 12 maggio 2007 in Piazza della Rinascita. L’opera venne realizzata in bronzo dal compianto artista romagnolo Ilario Fioravanti, per celebrare la “resurrezione” del borgo massetano precisamente a dieci anni esatti dal terremoto.

La scultura raffigurante una fanciulla a grandezza naturale (la rinascita) seduta su un muretto, con le spalle rivolte al passato (il paese terremotato) e lo sguardo al futuro (piazza della rinascita) nel nuovo spazio sapientemente ricavato in fase di ristrutturazione dell’intero centro storico, faceva bella mostra di se e aveva assunto un significativo valore simbolico, insieme al motto che l’additava agli occhi dei residenti e visitatori: “dopo il buio dell’inverno la luce della primavera”.
Di lei sono rimasti visibili solo i segni dell’ignobile atto vandalico, costituiti dalle macerie sulla base che la sosteneva.

L’Amministrazione Comunale – dice Federici – ha già denunciato l’accaduto alle autorità competenti e, come scritto nel programma elettorale, conferma che nel prossimo bilancio stanzierà cospicue risorse per aumentare la sicurezza dei cittadini e la vigilanza del capoluogo e delle frazioni a mezzo strumenti di video sorveglianza e potenziamento dell’illuminazione pubblica. Sarà, inoltre, inflessibile, nel perseguire chi deliberatamente dovesse sottrarre, danneggiare o deturpare in qualche modo il patrimonio comunale”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter