Condividi su facebook
Condividi su twitter

Inaugurata a dicembre 2019, “Il linguaggio dell’anima”, mostra sull’artista Antonio Ranocchia, è stata prorogata fino al 15 marzo 2020. Ospitata nelle sale del Museo dinamico del Laterizio e delle Terrecotte di Marsciano, la mostra celebra lo scultore umbro a trent’anni dalla sua morte proponendo ai visitatorianche alcune opere inedite appartenenti a collezioni private.
La mostra è visitabile a nei seguenti giorni: venerdì, sabato e domenica dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.00; il lunedì dalle 10.30 alle 13.00.

Tra le iniziative collaterali alla mostra c’è, sabato 29 febbraio, una giornata di studi dedicata alla figura di questo artista con una visita guidata alla mostra. All’incontro, che si svolgerà presso Palazzo Pietromarchi alle ore 10.30, saranno presenti il vicesindaco con delega alla cultura Andrea Pilati e, in rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Mauro Cesaretti. Saranno approfondite le varie sfaccettature di Antonio Ranocchia come artista e uomo attraverso vari interventi: Massimo Ceccarelli approfondirà alcuni momenti biografici, Marica Saleppico parlerà delle opere custodite nei musei, Deanna Mannaioli illustrerà invece la figura del Ranocchia scrittore e Giovanni Zavarella parlerà del significato e del valore dell’opera di Antonio Ranocchia nel mondo della scultura.

La giornata di studi sarà preceduta, venerdì 28 febbraio a Santa Maria degli Angeli, da un evento dedicato alla presentazione del catalogo della mostra. Appuntamento invece a venerdì 13 marzo per un incontro con il liceo artistico Magnini di Deruta durante il quale verranno anche letti dei brani tratti dai diari di Ranocchia.

Fino al 27 aprile, inoltre, sarà possibile partecipare al V Premio Nazionale Artistico Antonio Ranocchia, proponendo opere di scultura o pittura ispirate ai temi centrali dell’esperienza artistica dello scultore marscianese: i sentimenti umani, la religione, i paesaggi umbri. Per informazioni sul regolamento del concorso e le modalità di partecipazione si può contattare l’associazione culturale Pegaso ai seguenti recapiti: 330228540 – deanna103@hotmail.com.Il 9 maggio si terrà la premiazione dei primi classificati.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter