Condividi su facebook
Condividi su twitter
Presa di pozione del Sindacato degli Infermieri Italiani: "ancora più grave l’eventuale mancato potenziamento delle postazioni 118 di Marsciano e Todi"
pronto-soccorso

Si accende il dibattito sull’annunciata chiusura del Pronto Soccorso dell’ospedale di Pantalla. Nursing up, Sindacato degli Infermieri Italiani ha diffuso una nota nella quale comunica di aver appreso “con notevole stupore della improvvisa decisione di chiudere il Pronto Soccorso dell’Ospedale della Media Valle del Tevere“, già individuato come Ospedale di riferimento per i pazienti covid-19 positivi, vista la sua posizione geografica strategica sull’asse viario tra i due Ospedali più grandi dell’Umbria.

“E’ di tutta evidenza – si legge nel comunicato – che la chiusura del Pronto Soccorso va nella direzione opposta rispetto alle premesse poste a fondamento della scelta di questa struttura come riferimento regionale pazienti Covid-19 positivi, ma la cosa allarmante è che a questa chiusura non corrisponde un potenziamento del servizio del 118 della Media Valle del Tevere, attualmente operante solo nelle 12 ore diurne sulle postazioni di Marsciano e Todi e nelle 12 ore notturne a Pantalla”.

Il segretario regionale di Nursing Up, Luca Bianchini, spiega ancora meglio la posizione: “Nei momenti di grande difficoltà come questa, occorre lucidità e freddezza nel prendere decisioni strategiche, rimanendo lontani dalla corrente emotiva che travolge tutti e tutte e che potrebbe suggerire decisioni assurde come questa di chiudere un servizio sanitario di emergenza, proprio in un momento di grave Emergenza Sanitaria. Il Corona irus purtroppo non ha elminato tutte le altre gravi patologie per le quali occorre soccorso sanitario urgente e talvolta l’esito finale può essere tempo-dipendente”.

“Qualunque esperto di Soccorso Sanitario – evidenziano dal sindacato degli infermieri – sa perfettamente che nelle zone dove viene chiuso un Ospedale o un servizio di Emergenza come un Pronto Soccorso, in automatico aumentano le chiamate al 118, ed aumentano anche i tempi per completare il soccorso su ogni singola chiamata perché i malati dovranno essere trasportati in un Ospedale molto più lontano, nel nostro caso Assisi o Castiglione del Lago, visto il collasso dell’Ospedale di Perugia, quindi in questa vicenda appare ancora più grave l’eventuale mancato potenziamento delle postazioni 118 di Marsciano, Todi e Pantalla”.

Nursing Up chiede con forza il mantenimento del Pronto Soccorso dell’Ospedale Media Valle del Tevere, o in alternativa un forte potenziamento delle ambulanze dedicate al soccorso sanitario di Emergenza 188 attualmente operanti nella Media Valle del Tevere a garanzia e tutela della salute dei cittadini.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter