Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il Sindaco ha annunciato le prime iniziative che l'Amministrazione sta valutando per "passare dal gioco in difesa a quello di attacco" in vista della fine dell'emergenza sanitaria legata al Coronavirus
ruggiano

“Fino ad oggi abbiamo giocato in difesa, dovremo continuare ancora qualche giorno, ma avverto il bisogno di iniziare a pensare a come rilanciare la città appena finita l’emergenza“.
E’ il tema nuovo che ha lanciato oggi, nel suo quotidiano video messaggio su Facebook, il Sindaco di Todi Antonino Ruggiano.

Dopo aver aggiornato sulla situazione sanitaria in corso, che a Todi resta sotto controllo (è salito a 34 il numero delle persone sottoposte a sorveglianza sanitaria, un aumento legato all’ultimo caso di positività accertato ieri), il primo cittadino ha informato su alcune iniziative che con la Giunta si stanno predisponendo al fine di “passare all’attacco” per il rilancio sociale ed economico locale.

Ruggiano ha parlato in particolare alla decisione, che verrà portata domani in discussione, di cancellare per i mesi di marzo, aprile e maggio – cancellare e non procrastinare – tutti i canoni di locazione attivi derivanti dall’affitto di immobili di proprietà comunale.
Analoga politica verrà chiesta all’Etab, l’Ente Tuderte di assistenza e beneficenza, e alla Veralli-Cortesi, istituzioni di secondo livello i cui Cda sono nominati dal Sindaco.

Il primo cittadino, inoltre, ha chiesto agli uffici comunali di accellerare il lavoro per l’avvio di tutte le opere pubbliche programmate, individuando, ovunque possibile, ovvero se consentito dalla legge, di predisporre gare caratterizzate, per importo e strutturazione, da procedure semplificate che possano agevolare la partecipazione delle aziende locali.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter