Condividi su facebook
Condividi su twitter
Pubblicato l’avviso del fondo prestiti dedicato alle Micro e Piccole imprese inclusi i Liberi Professionisti, le Società tra professionisti, i Consorzi e le Reti di Imprese 
fioroni

Come preannunciato, è stato pubblicato ieri, venerdì 8 maggio, sul Bollettino Ufficiale l’avviso disciplinante le modalità di accesso ai finanziamenti agevolati erogabili a valere sul Fondo Prestiti “Re-Start”. 
Le richieste di finanziamento potranno essere presentate da Micro e Piccole imprese inclusi i Liberi Professionisti, le Società tra professionisti, i Consorzi e le Reti di Imprese esclusivamente on-line sul portale www.umbriainnova.it, il cui link sarà presente anche nel sito www.gepafin.it, accedendo alla pagina dedicata al Fondo prestiti “Re-Start”.
Le domande potranno essere compilate e presentate a partire dalle ore 13 dell’11 maggio 2020 e fino alle ore 13 del 25 maggio 2020.

Le imprese avranno quindi due settimane per presentare le domande. I finanziamenti saranno infatti concessi sulla base di una procedura valutativa con procedimento a graduatoria sulla base delle riduzione del fatturato/corrispettivi e non secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domanda, potendo quindi predisporre la documentazione e la domanda avendo un congruo tempo a disposizione. È pertanto consigliabile acquisire le informazioni necessarie e procedere in tempi adeguati all’invio della richiesta completa degli elementi richiesti utilizzando tutto l’arco temporale a disposizione. 

“Il Fondo Prestiti “Re-Start” ha commentato l’assessore Fioroni è uno strumento finalizzato a sostenere le attività economiche del territorio colpite dalla crisi economica generata dalla diffusione del virus Covid-19. Inoltre, la previsione di concedere fino alla metà del valore del prestito come contributo nella forma di estinzione anticipata del debito in caso l’azienda realizzi determinate tipologie, mira specificatamente ad incentivare la ripresa delle attività del nostro territorio. Il nostro scopo era quello di rendere disponibile in tempi brevi una misura utile a contrastare gli effetti negativi derivanti dall’emergenza economica e il Fondo Prestiti “Re-Start” è una risposta concreta, finalizzata a sostenere le attività economiche maggiormente colpite dagli effetti della crisi nella nostra regione”.

La metà del debito, potrà essere esentato dalla restituzione, dopo il periodo di preammortamento, a condizione che si aumenti di almeno una unità i dipendenti dell’azienda, oppure vengano operati investimenti per la sicurezza o per strumenti produttivi e di tecnologia digitale.

Il presidente di Confcommercio Umbria, Giorgio Mencaroni ha apprezzato lo sforzo della Regione: “La Regione ha rispettato i tempi strettissimi che erano stati concordati – aggiunge – e soprattutto ha impostato il suo intervento sulla base di criteri ampiamente condivisibili, che ruotano intorno al principio dell’entità del danno subito. 

Noi immaginiamo che saranno tantissime le imprese umbre che si attiveranno da lunedì 11 maggio per accedere ai benefici del bando Re Start. Se le risorse non dovessero essere sufficienti a garantire a tutte le imprese le condizioni per rimettersi in moto, fin da ora chiediamo alla Regione di arricchire il fondo con ulteriori risorse. 

Da parte nostra”, conclude il presidente di Confcommercio Umbria, “abbiamo messo in campo una task force di tecnici, su tutto il territorio regionale, in grado di assistere le imprese nell’accesso al bando”. 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter