Condividi su facebook
Condividi su twitter
Un grande evento sportivo che vedrà la partecipazione dei più forti tennisti italiani, che si contenderanno il titolo sui campi di terra rossa dell'impianto di Pontenaia
Tennis Todi

Dal 21 giugno, Todi torna alla ribalta sulla scena nazionale e internazionale, questa volta grazie a un evento sportivo di grande profilo. Dopo 15 anni, infatti, la Federazione Italiana Tennis torna a organizzare i Campionati Italiani Assoluti, e la sede prescelta sono i campi del Tennis Club di Pontenaia, di proprietà del Comune di Todi. 

Complice anche la sospensione di tutti i tornei nazionali e internazionali per l’emergenza Coronavirus, è prevista la partecipazione di quasi tutti i più importanti tennisti italiani del momento, sia in campo maschile che femminile. Dieci giorni di grande spettacolo, grazie all’organizzazione della MEF Events della famiglia Marchesini.

Fra i partecipanti previsti ci sono Matteo Berrettini, attuale numero 8 delle classifiche mondiali ATP, Lorenzo Sonego, il giovanissimo talento Yannick Sinner, Andreas Seppi (già n° 20 del mondo), Marco Cecchinato (ex n° 16), Salvatore Caruso, Stefano Travaglia. E in campo femminile Sara Errani, Camila Giorgi, Jasmine Paolini. Alcuni di questi atleti sono ancora impegnati all’estero in fase di preparazione, e stanno aspettando che lo sblocco delle frontiere consenta loro di muoversi; ma di certo si tratterà di un torneo di altissimo livello.

Per i maschi sarà un tabellone di 32 partecipanti, con 5 turni, per le donne tabellone a 16, con 4 turni. Il torneo avrà inizio il 21 giugno, preceduto dalle qualificazioni, al via il 18.

L’evento sarà trasmesso in diretta televisiva dal canale Supertennis, visibile sia sulla piattaforma del digitale terrestre che su Sky. Su Sky ci saranno poi approfondimenti, TG specializzati a collegamenti in diretta da Todi.
Tutta questa organizzazione farà arrivare in città fra le 300 e le 400 persone, che soggiorneranno a Todi per oltre 10 giorni, portando un’iniezione di linfa all’economia molto salutare in questo delicato periodo.

“Lo sport ancora una volta si conferma veicolo trainante per il turismo nella nostra città” ha commentato l’Assessore Claudio Ranchicchio. “Todi ha già ospitato 11 edizioni del Torneo Challenger, che hanno visto passare talenti poi emersi a livello mondiale come Granollers, Tipsarevic, Dimitrov, Paire. Il connubio tra sport e turismo sicuramente può generare un grande indotto per l’economia della città, e contribuire alla sua promozione a livello di immagine, in vista della ripartenza post pandemia”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter