Condividi su facebook
Condividi su twitter
Stanziate risorse di un milione di euro per i lavori pubblici e 24.000 euro per riduzione della TARI 2020
San Venanzo villa faina

Il Comune di San Venanzo ha approvato l’assestamento di bilancio 2020. Secondo quanto si legge in una nota del Comune, la manovra si basa su tre diversi assi.

Il primo è la messa in sicurezza delle Entrate di bilancio comunali, necessaria a causa delle perdite di gettito connesse all’emergenza covid-19. Le nuove risorse messe a disposizione dal governo centrale in aggiunta ad entrate straordinarie accertate nel primo semestre, hanno rimpiazzato e coperto integralmente le perdite previste sulle voci di entrata stanziate inizialmente in Bilancio.

Il secondo asse è lo stanziamento di risorse, ricavate da economie di spese già attuate, per consentire un aiuto fiscale alle imprese di San Venanzo che sono state costrette ad interrompere, in tutto o in parte, l’attività nel periodo del lock-down. Sono state stanziate risorse per 24.000 euro che saranno destinate alla riduzione del dovuto in materia di TARI 2020. Le categorie di imprese interessate e l’ammontare dello sgravio verranno definiti al momento dell’approvazione delle tariffe per l’anno in corso.

Il terzo asse portante è quello della definizione, con l’individuazione di risorse disponibili, dell’aggiornamento del piano delle opere pubbliche per l’anno in corso. Complessivamente sono stati individuati nuovi interventi per circa un milione di euro. Le risorse derivano per circa la metà da contributi regionali e comunitari e per l’altra metà da risorse proprie comunali, in particolare la maggior parte dall’applicazione dell’avanzo di amministrazione. Gli interventi riguardano sia opere più grandi per importanza ed importi sia manutenzioni straordinarie di minore importo ma di notevole utilità per gli utenti dei vari servizi comunali. Le opere più importanti sono destinate a tre interventi che riguardano vari settori di competenza comunale: 1) Il progetto “Le vie del Peglia” con valenza sia ambientalistica che turistica e di notevole importanza per lo sviluppo delle potenzialità attrattive del nostro territorio; 2) Il progetto della asfaltatura della strada per Poggio Aquilone, opera che risolverà gli storici problemi di collegamento tra la frazione e il capoluogo; 3) La riqualificazione del centro storico e della piazza di Ripalvella (primo stralcio).

È da segnalare che lo sblocco di tali risorse è stato possibile grazie alla situazione di buon equilibrio generale delle finanze comunali. Infatti l’Ente rispetta tutti i parametri richiesti dalla normativa per poter utilizzare risorse proprie per nuovi investimenti e spese per manutenzione straordinarie. E’ da segnalare con particolare orgoglio che tale situazione ha permesso di non dover attivare operazioni di rinegoziazione dei mutui che altri enti sono stati costretti ad attuare per poter mantenere gli equilibri di bilancio; tali operazioni se aiutano i conti nell’anno in corso fanno poi gravare i costi sulle generazioni future e questo il Comune di San Venanzo è riuscito ad evitarlo grazie alle politiche di bilancio attuate nel corso degli ultimi anni.

L’importanza della manovra di assestamento di bilancio, forse la più grande per dimensioni finanziarie attuata nella storia del nostro ente, è stata sottolineata anche dalla votazione positiva unanime espressa da tutte le forze politiche presenti in Consiglio.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter