Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il 18 e 19 settembre due serate di film documentari in collaborazione con il food film fest di bergamo ed un incontro con andrea vianello autore del libro “le parole che sapevo” 
gekofest 2020

Torna a Spina di Marsciano, GeckoFest, il Festival dedicato ai temi del Cambiamento e dell’Adaptation.  Il 18 e 19 settembre, nel Borgo Castello del Comune di Marsciano appena restituito alla sua comunità dopo il terremoto del 2009, la parola dell’edizione 2020 sarà Ri-Connessioni. Riconnessione con la terra, per come la coltiviamo; con il cibo, per il suo valore globale; con l’ambiente, per come lo proteggiamo. Con gli altri, per come sappiamo essere comunità. Riconnessioni, per riuscire a immaginare un nuovo modello economico e sociale a cui idealmente tendiamo. Una sfida che oggi anche a causa della pandemia si pone in maniera diversa: la domanda di un rapporto altro con la Natura si incontra con la necessità di ritrovare – come in una dimensione di vita in un Borgo – una socialità che si è persa. 

“La Compagnia del Gecko” nasce per raccontare come l’energia distruttiva dei “Terremoti” della vita può essere, anche, un’opportunità di ripartenza e progettualità. Per questo ha deciso di esserci comunque, interpretando l’incertezza di questo tempo con una proposta diversa che consentisse di mantenere il filo della riflessione iniziato nel 2019. 

Le sere di Venerdì 18 e Sabato 19 Settembre si susseguiranno sul grande schermo del cinema all’aperto una serie di film documentari internazionali sui temi della sostenibilità, della salvaguardia dell’ambiente e della lotta alla fame nel mondo, in collaborazione con il Food Film Fest di Bergamo. “Food Film Fest, sette anni di cibo attraverso il cinema. Quattromila opere arrivate da più di cento nazioni. Un vero patrimonio di idee e punti di vista rispetto ad un tema che ci coinvolge con entusiasmo ma che per un miliardo di persone sulla terra, rappresenta un problema. Per noi – dice il Direttore Artistico Luca Cavadini – cultura è assaggiare tante verità. E come per GekoFest le persone più interessanti sono quelle alle quali la vita ha opposto resistenza, che hanno sormontato ostacoli, assaggiato delusioni. Assaggiato”. Un gemellaggio che assume anche un valore simbolico tra due territori che, in modo diverso, hanno vissuto il trauma di un “Terremoto” esistenziale. Le proiezioni saranno introdotte da Simone De Rita, Direttore Generale Word Food Programme Italia. 

Si inizia Venerdì 18 a partire dalle ore 21 con le proiezioni dei film documentari: SOYALISM, Regia di Enrico Parenti, Stefano Liberti; DALLA TERRA ALL’INFINITO, Regia di Luca Annovi; EVEN FISH CRY, Regia di Francesco Cabras e Alberto Molinari; A FAMILY TRADITION, Regia di Giuseppe Cardaci. 

Sabato 19 alle ore 17.30 all’interno del Castello di Spina, incontro con Andrea Vianello, giornalista, direttore di Rai News 24, autore di “Ogni Parola che sapevo”( Mondadori). Colpito da un ictus che gli ha tolto per un periodo l’uso della parola, Andrea Vianello racconta la sua esperienza e il lungo lavoro di riabilitazione: “Ho voluto dare voce a chi non ne ha o non ha voglia ancora di parlare…Questo è un libro di cuore, racconta il mio viaggio per far capire agli altri che è un viaggio che si può affrontare”. L’incontro, che sarà accompagnato dalla lettura dell’attore Valerio Apice del “Teatro Laboratorio Isola di Confine”, è in collaborazione con l’A.IT.A. Umbria Associazione Italiana Afasici. Sempre sabato 19 alle ore 21 proiezione dei film documentari: THE GOLDEN HARVEST, Regia di Alia Yunis; IL LUCIAIUOLO, Regia di Joe Nappa; JUICE OF LIFE, Regia di Javier Sobremazas. 

GeckoFest è un evento ideato e organizzato da “Spin-A Enhancing People”, Associazione culturale nata a Spina nel 2019 per volontà di gruppo di professionisti del Giornalismo e della Comunicazione. L’Associazione, attraverso il Festival e altri progetti a cui sta lavorando, vuole sostenere la conoscenza e la valorizzazione di un territorio dalla straordinaria ricchezza naturalistica, culturale e storica. 

GeckoFest 2020 è patrocinato da: Comune di Marsciano, Comune di Norcia, PEFC Italia, Word Food Programme Italia, Confindustria Umbria, SIA.   

SINOSSI DEI FILM DOCUMENTARI IN PROIEZIONE IL 18 E 19 SETTEMBRE 

SOYALISM

In un mondo colpito dal cambiamento climatico e dalla sovrappopolazione, il controllo della produzione alimentare sta diventando sempre più un grande affare per alcune grandi società. Seguendo la catena di produzione industriale di carne di maiale, dalla Cina al Brasile attraverso gli Stati Uniti e il Mozambico, il documentario descrive l’enorme concentrazione di potere nelle mani di queste società occidentali e cinesi a discapito di migliaia di piccoli produttori.

Italia, 2018, 1:05

Regia: Enrico Parenti, Stefano Liberti

DALLA TERRA ALL’INFINITO

Castelluccio di Norcia si trova a 1452 metri di altitudine. La Piana di Castelluccio è stata definita dall’etnologo Fosco Maraini ‘Il luogo più simile al Tibet che esista in Europa’. Nei mesi di giugno e luglio, grazie alla fioritura delle lenticchie, la Piana regala un evento unico al mondo, con splendidi colori. Purtroppo il sisma del 30 ottobre 2016 ha distrutto quasi completamente il borgo, rendendolo inagibile. Gli agricoltori di Castelluccio, il cui portavoce è Gianni Coccia, hanno continuato a lavorare con grandi difficoltà, per salvaguardare l’antichissima tradizione della lenticchia. Castelluccio di Norcia è definito la ‘perla’ dei Sibillini. Le riprese sono state interamente effettuate mediante smartphone, nel luglio 2019.

Italia, 2019, 13’08”

Regia: Luca Annovi

EVEN FISH CRY

Il documentario racconta la storia del mare Adriatico attraverso le voci di pescatori, ambientalisti, ricercatori e artisti; un mare che ha sempre conservato un grande tesoro di biodiversità ma che oggi si trova impoverito a causa della pesca eccessiva. Il film è un ritratto avvincente ed evolutivo di come sia ancora possibile proteggere il mare e trasformare le attività che dipendono da esso in attività sostenibili. 

Italia, 2019, 33’24”

Regia: Francesco Cabras e Alberto Molinari

A FAMILY TRADITION

È il primo compleanno di Mauro da quando sua moglie è morta. Le sue due figlie, Giulia e Clara, non sembrano essere d’accordo sul come festeggiarlo: una vuole continuare con la tradizione di mamma, mentre l’altra vuole fare qualcosa di nuovo. In entrambi i casi questa sarà la possibilità di rivelare finalmente un segreto e trovare tutti insieme la trascuratezza che era stata persa.

Italia, 2019, 11’

Regia: Giuseppe Cardaci

THE GOLDEN HARVEST

The Golden Harvest è una storia d’amore di 6000 anni in cui la regista cerca di capire il profondo, spesso travagliato, rapporto tra gli ulivi e la gente del Mediterraneo, incluso suo padre. È una storia d’amore complicata, a volte divertente, a volte tragica, in continua evoluzione in una regione che comprende alcune delle aree più povere e conflittuali dell’Europa e del Medio Oriente.

USA, 2019, 1:25

Regia: Alia Yunis

IL LUCIAIUOLO

Un breve racconto di un pescatore di sardine.

Italia, 2018, 8’

Regia: Joe Nappa

JUICE OF LIFE

Juice of life (Succo di vite) è un documentario che ritrae un anno intero in Valli Unite, una cooperativa agricola alternativa nel Nord Italia. Attraverso interviste con i suoi protagonisti e materiale sul campo, lo spettatore imparerà a conoscere la vita quotidiana di questa cooperativa, la sua filosofia, la sua storia e i suoi piani per il futuro.

Germania, 2019, 39’30”

Regia: Javier Sobremazas

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter