Condividi su facebook
Condividi su twitter
La realizzazione del “dojo”, non una semplice palestra, è il coronamento di un sogno del maestro Rossano Rubicondi
hagakure dojo

Il “DOJO” è il termine giapponese che sta ad indicare “il luogo dove si pratica la Via“. Non una semplice palestra dove si fanno esercizi e si suda, ma il posto dove si pratica una disciplina orientale come il Karate. Dopo 9 anni si realizza un “sogno” caldeggiato sin dall’inizio dal maestro Rossano Rubicondi, di Hagakure Karate, di dare un valore aggiunto ad una scuola che ha fatto continui progressi sia nel campo sportivo che nel karate tradizionale.

Il Dojo si trova a Pantalla in Via Castello, 43 nella piazza dedicata al ricordo dei caduti nei locali e messi a disposizione da Alviero Sargenti, da sempre attento ai bisogni della collettività. I corsi che vengono praticati nel dojo, sono già iniziati sia a Pantalla che nelle altre sedi di Todi, presso l’Olympia di Moira Ciucci, a Sant’Enea e, da quest’anno, anche ad Ellera di Corciano.

Hagakure cresce e allarga anche i suoi orizzonti. Da quest’anno infatti, sia a Pantalla che a Sant’Enea sono aperti anche i corsi di Ginnastica Artistica guidati da una delle insegnanti più preparate del panorama regionale, Diletta Scota.
“Tra le capacità che sviluppa il Karate – dice il maestro Rubicondi – c’è sicuramente la consapevolezza corporea come per la Ginnastica Artistica.
Ho provato sempre una grande ammirazione per questa disciplina e per la Ginnastica Eunice di Marsciano che è stata per tanti anni una fucina di bravi atleti. Ora, grazie ad una reciproca intuizione, io e Diletta mettiamo insieme le nostre potenzialità per migliorarci e mettere a disposizione nuove opportunità  per i nostri iscritti”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter