Condividi su facebook
Condividi su twitter
L’uomo, ora agli arresti domiciliari, era in possesso oltre che degli stupefacenti, anche di un fucile da caccia detenuto illegalmente
carabinieri caserma-cc-todi

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Todi, nell’ambito di un’indagine finalizzata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto un uomo, quarantenne, di Todi. 

I militari del Nucleo Operativo, durante l’attività info-investigativa, hanno evidenziato all’Autorità Giudiziaria un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo hashish e cocaina avvenuta anche durante il trascorso periodo del lockdown. 

I Carabinieri hanno eseguito perquisizioni personali e domiciliari durante le quali hanno recuperato le citate sostanze e segnalato all’Autorità Amministrativa gli acquirenti. Inoltre, l’arrestato durante la perquisizione presso la propria abitazione è stato trovato in possesso di un fucile da caccia detenuto illegalmente. 

Le risultanze delle investigazioni, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Spoleto, poste al vaglio del Giudice per le indagini preliminari del medesimo Tribunale, si sono concluse con l’emissione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari. 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter