Condividi su facebook
Condividi su twitter

I dati resi noti dal questore di Terni sulla diffusione dello spaccio di droga in città, sono allarmanti e necessitano di un’attenzione maggiore. Dalle parole del questore Massucci, durante la conferenza stampa sull’operazione antidrogra “Caronte”, scopriamo infatti che nell’ultimo triennio sono stati eseguitivi 500 provvedimenti tra arresti, fermi e denunce, con un trend giudicato addirittura in aumento. Tra questi provvedimenti inoltre 19 coinvolgono persone minorenni. Dalle parole del questore emerge anche il problema che rischia di generarsi alla fine della pandemia, dove l’offerta e l’elevata domanda torneranno ad incrociarsi più facilmente. Per questo credo sia fondamentale lavorare ancora di più per combattere questo problema sociale. Voglio ringraziare sia da rappresentate delle istituzioni ma soprattutto da genitore, quanto stanno facendo le Forze dell’Ordine insieme al Comune di Terni nelle scuole. E’ chiaro però che tutti dobbiamo fare di più. Informazione, prevenzione e la riduzione del danno, sono tutte forme di azione irrinunciabili. Serve uno sforzo corale di tutta la città, politica, istituzioni, forze dell’ordine, famiglie, associazioni giovanili e studentesche, associazioni sportive, parrocchie. Questa è una battaglia che si vince tutti insieme. Da parte mia non mancherò di continuare a lottare in Parlamento affinché il nuovo Governo definisca una strategia coinvolgendo chi conosce nel profondo questa piaga per arrivare a proporre soluzioni sempre più efficaci per fermare questa brutta tendenza acuita dalla pandemia.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter