Condividi su facebook
Condividi su twitter

Nella seduta del consiglio di mercoledì 30 Settembre 2020, la maggioranza di centro Destra ha approvato la proposta della giunta guidata da Antonino Ruggiano di aumentare le tariffe della TARI del 6.6%. L’amministrazione ha così dato attuazione alla deliberazione dell’AURI, presieduta dallo stesso Sindaco di Todi, con la quale è stato deciso di aumentare le tariffe della raccolta dei rifiuti urbani nei comuni umbri da un minimo dell’1.4% ad un massimo del 6.6%. A Todi è toccata la percentuale massima di aumento che si è andata a sommare al già cospicuo aumento 8,18€ che si era avuto per ogni contribuente, per l’applicazione della tariffa puntuale.

Forza Italia, unica forza di maggioranza ad intervenire sul punto in consiglio, ha tentato di negare l’evidenza cercando di nascondere l’aumento delle tariffe. Noi e le altre forze di opposizione abbiamo smascherato il tentativo di nascondere la realtà. La maggioranza nella stessa seduta ha portato in approvazione la modifica del regolamento sulla TARI che riconosce le agevolazioni COVID alle categorie di utenze domestiche e non domestiche. Per il 2020, con fondi comunali derivanti dal “fondone” covid(soldi mandati al comune dal governo) per l’emergenza causata dalla pandemia, sono state ridotte le tariffe delle utenze non domestiche del 5% e quelle domestiche del 10%. Questo ha mitigato l’aumento tariffario del 6.6% deliberato da Ruggiano, sommato agli 8,18 euro a cittadino avutosi con la decisione della giunta di farsi supportare da ente esterno per applicare la tariffa puntuale, ma non è bastato!

In questi giorni molti tuderti, con l’arrivo delle cartelle TARI, hanno visto un aumento rispetto all’anno prima. Quando finiranno i fondi governativi mandati a Todi per fronteggiare l’emergenza covid, il salasso si paleserà con tutto il suo peso.

Dal Piano Economico Finanziario allegato alla delibera consiliare approvata dalla maggioranza di centro destra il 30 settembre 2020, si vede chiaramente che l’entrata prevista per il 2020 comprensiva dell’incremento del 6.6%, è di Euro 3.847.950. Nel 2017 l’entrata prevista era di Euro 3.113.434 (700.000 euro in più nel 2020).. Nel 2019 3.430.085. Fate i vostri conti!

Solo per il 2020 la TARI è stata abbattuta con un contributo comunale(finanziato dai fondi del governo) che ha tenuto conto dei forti disagi subiti dai cittadini e imprese per la pandemia in corso, ma la quantificazione in entrata non subirà grossi scostamenti negli anni futuri.

Siamo favorevoli alla raccolta differenziata e alla tariffa puntuale ma ancora troppi disagi nell’applicazione e costi troppi elevati.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter