Condividi su facebook
Condividi su twitter
Sottoscritto con l’assessorato alle politiche familiari del Comune di Todi, un protocollo che impegnerà il club fino al termine della pandemia
lions todi

Il 15 aprile scorso il Lions Club Todi nella persona della Presidente Francesca Vichi ha sottoscritto una importante convenzione con il Comune di Todi rappresentato dal Sindaco Antonino Ruggiano a garanzia e tutela delle situazioni di necessità evidenziate dall’Assessorato alle Politiche Familiari, Scolastiche e Sociali guidato da Alessia Marta. 

Il Lions Club Todi, infatti, ha aderito con sollecitudine all’invito dell’assessore a garantire un supporto alle situazioni familiari disagiate e, con un complesso ed articolato protocollo, ha costituito un fondo per far fronte alle esigenze rappresentate dall’Ufficio Servizi Sociali del Comune per i casi di bisogno o di disagio nel pagamento delle utenze (acqua, energia elettrica, gas) che impegnerà il club fino al termine della pandemia. 

La convenzione prevede che l’attuazione della stessa avvenga con procedure che garantiscano nel merito e nella forma il rispetto dei soggetti vulnerabili destinatari dell’aiuto.
“Siamo orgogliosi – dicono dal Club – di assecondare le nostre istituzioni nell’individuazione e nella gestione, risolutiva, delle problematiche che appartengono al nostro territorio e nell’interpretare il motto del Governatore del Distretto 108L, Quintino Mezzoprete: “La forza del noi il senso del fare”.

“Essere Lions – si legge nella nota – si traduce nel fare da guida dando il buon esempio, stringere relazioni interpersonali e migliorare il mondo attraverso la solidarietà. È il modo in cui 1,4 milioni di uomini e donne inclini al servizio umanitario offrono il loro talento e tempo per servire insieme il prossimo, al fine di avere un impatto duraturo e lasciare un segno nella vita di più persone. 

Vita di Servizio condita da frequenti momenti di incontro, laboratori ove lo scambio di idee permette l’elaborazione del pensiero costruttivo, motore di cambiamenti positivi della società. Il servizio umanitario dei Lions Club si estrinseca proprio attraverso due direttrici inscindibili: l’elaborazione del pensiero trainante, generatore dell’azione ed il servizio fattivo. 

Nell’attuale situazione pandemica abbiamo dovuto rivedere le modalità attraverso le quali vivere la nostra associazione e tradurre il nostro essere Lions, ed abbiamo rafforzato la consapevolezza che un Lions è proprio dove c’è una necessità, nel mondo, ma in particolare nelle comunità in cui un Lions Club è incardinato. 

Il Lions Club Todi si è da subito reso operativo già all’inizio della crisi pandemica; nella scorsa annata, infatti, presidente Geom. Marco Trastulli, sono state operate cospicue donazioni di fondi al sistema di Protezione Civile Comunale. E con il perdurare della medesima crisi anche in questa annata si è consolidata l’offerta di servizi alla collettività da parte del nostro club, tanto nel campo sanitario che in quello prettamente sociale di sostegno ai vulnerabili. 

Dal punto di vista sanitario, sollecitati anche dal Protocollo d’intesa che il Dipartimento Protezione civile e il Multidistretto 108 Italy del Lions Club hanno stipulato il 7 maggio 2019 in forza del quale i Lions diventano a tutti gli effetti “struttura operativa” di collaborazione alla Protezione Civile, alcuni nostri soci medici oggi stanno svolgendo attività di somministrazione dei vaccini presso il Centro Vaccinazioni Covid di Todi ubicato in Ponterio di Todi”. 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter