Condividi su facebook
Condividi su twitter

La lista civica Marsciano Democratica esprime forte preoccupazione ed allarme dopo che la maggioranza di destra di Marsciano, a trazione leghista ma con in primo piano anche l’assessore all’ambiente di Fratelli d’Italia, ha bocciato la nostra mozione che aveva come scopo rendere Marsciano un Comune CSS FREE. 

Cosa sono i CSS?
Acronimo di Combustibile Solido Secondario, non è altro che rifiuto indifferenziato che, dopo un “trattamento”, può essere BRUCIATO in CEMENTERIE o FORNI INDUSTRIALI anche in vicinanza di agglomerati urbani e paesi, esclusivamente con una mera comunicazione o aggiornamento e senza più procedere ad alcuna valutazione dell’impatto ambientale e sanitario sui territori.  Impatto devastante non solo per il territorio circostante in quanto i FUMI, con i loro prodotti  tossici si ritrovano anche a chilometri di distanza.
In Umbria i siti potenzialmente interessati per cominciare a bruciare i rifiuti sotto forma di combustibile sono 15 e tra questi c’è purtroppo anche Marsciano dove esistono impianti già autorizzati R1. 

Per l’Associazione Medici per l’ambiente la combustione di rifiuti in stabilimenti industriali comporta una variazione della tipologia emissiva di questi impianti in particolare di DIOSSINE e METALLI PESANTI risultando quindi DANNOSA PER LA SALUTE DEI CITTADINI.  Sentire l’Assessore che invece classifica come “stupidaggini” l’allarme che viene lanciato fa sinceramente paura. 

Noi siamo sempre stati contrari al dualismo Lavoro-Ambiente perché riteniamo non si possa mai giustificare chi inquina e ammorba l’aria solo perché produce lavoro. A noi non piace il concetto “PANE e VELENO”, perché non solo è foriero di gravi malattie, che ormai purtroppo non risparmiano nessuna famiglia, ma è da noi ritenuto grave forma di EGOISMO precludendo un sereno futuro alle generazioni che verranno.
Riteniamo pertanto molto grave questo diniego da parte della maggioranza di centro destra e faremo di tutto per portare tutta la cittadinanza a conoscenza degli effetti nefasti che potrebbero derivare dall’uso dei CSS in impianti della nostra città. 

Lo faremo con iniziative pubbliche con i cittadini alle quali inviteremo volentieri l’Assessore per confrontarci sul problema, magari anche con esperti della materia, ma soprattutto davanti alle persone, alle famiglie che questa destra a parole dice di difendere, per capire cosa pensano realmente i Marscianesi sulla eventualità di bruciare rifiuti a Marsciano. 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter