Condividi su facebook
Condividi su twitter
Le risorse saranno ripartite tra le due province, con quella di Perugia che ne avrà circa il doppio rispetto a quella di Terni
foto ponte1]

È uscito in Gazzetta Ufficiale il decreto del ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile (concertato col ministero dell’economia e delle finanze)  per la ripartizione e l’utilizzo dei fondi previsti per la messa in sicurezza di ponti e viadotti e per la realizzazione di nuovi ponti ove vi siano problemi strutturali. 

I criteri utilizzati sono stati tre: la consistenza della rete viaria, la consistenza del parco veicolare la vulnerabilità rispetto ad azioni naturali. Per l’Umbria sono stati previsti il riparti dei fondi del 2021, 2022 e 2023. Precisamente per il 2021 sono 7.848.973,12 euro; per il 2022 sono previsti 10.091.536,87 euro; per il 2023  7.848.973,12 euro.
Le somme sono suddivise fra le due province, con queste proporzioni: alla provincia di Perugia l’1,48%, a quella di Terni lo 0,76% per un totale del 2,24% delle risorse previste.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter