Condividi su facebook
Condividi su twitter
Nell'elenco delle 150 Unstoppable Women italiane anche Arianna Ciccone, Catia Bastioli e Sonia Montegiove
startupitalia

Come ogni agosto, startupitalia.eu pubblica la lista Unstoppable Women. Si tratta di un progetto nato a partire da un elenco di 150 donne da seguire nell’innovazione in Italia: fondatrici, manager, attiviste, ricercatrici che si distinguono per quello che fanno. Donne intraprendenti, coraggiose, talentuose  che la redazione crede possano essere esempio da seguire per tanti e tante giovani. Nel tempo Unstoppable Women è diventato una rubrica editoriale e una community estesa che cresce ogni anno grazie a incontri, workshop e scambi di idee.
Esperte e leader di diversi settori, dalla scienza alla tecnologia passando anche dall’arte e dalla cultura. Per parlare di tutto, non solo di business: un percorso che vuole portare a creare una vera rete di professioniste, perché è proprio da un nuovo modello di leadership (anche al femminile) che si intende ripartire.
“L’obiettivo – scrive startupitalia – è sempre lo stesso: far emergere e far conoscere esempi di donne che hanno talento, ingegno e creatività e che troppo spesso vivono dietro le quinte o risultano invisibili. Per farlo è necessario un aiuto tra generazioni e professionalità diverse, senza ingabbiarsi in uno stereotipo di “femminilità”, ma includendo quanto più possibile”.
Nell’elenco anche tre umbre: Arianna Ciccone, Co-Founder International Journalism Festival, Catia Bastioli, CEO Novamont e Presidente Terna e Sonia Montegiove, informatica, formatrice e giornalista.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter