Condividi su facebook
Condividi su twitter
La decisione è stata ufficializzata nell’ultima seduta del Consiglio Comunale; soddisfatto il vice sindaco Adriano Ruspolini
todi-palazzi-del-popolo-e-del-capitano

Anche il Consigliere Comunale di Todi Enzo Boschi, ha lasciato il partito della Lega sotto il cui simbolo era stato eletto alle ultime elezioni comunali. Il Vice-Sindaco di Todi e Presidente della neo-costituita associazione “Per L’Umbria” Adriano Ruspolini, in una nota esprime la propria gratitudine e il proprio sostegno al consigliere Boschi che nello scorso consiglio Comunale di Todi ha ufficializzato la propria uscita dal gruppo consiliare della Lega Nord, confluendo contestualmente nel gruppo misto. 

“L’uscita – si legge nella nota – peraltro già ampiamente annunciata di Boschi, rappresenta una gravissima perdita per la Lega che nel giro di pochi giorni ha perso due terzi della propria rappresentanza nell’Amministrazione Tuderte. Da oggi infatti, il partito di Caparvi sarà rappresentato dall’unica superstite del gruppo originario, il consigliere Francesca Peppucci”.
“Le parole del consigliere Boschi” dice Ruspolini “sono ispirate dalle stesse ragioni che, a suo tempo, mi hanno spinto ad impegnarmi in politica. La nostra azione è da sempre improntata alla trasparenza ed allo spirito di servizio per la cittadinanza. 

Non siamo interessati ad alimentare con la nostra presenza e il nostro quotidiano impegno partiti politici che ormai stanno assumendo i contorni di cartelli elettorali funzionali soltanto ad una classe politica del tutto inconsistente la cui azione è incentrata esclusivamente alla propria sopravvivenza.
Errori su errori, arroganza e supponenza stanno causando il depauperamento del patrimonio di fiducia che i cittadini hanno voluto attribuire (a questo punto immeritatamente) nelle ultime tornate elettorali”. 

Il caso di Todi non è un caso isolato, in decine di Comuni umbri si sono consumate rotture politiche e fuoriuscite di amministratori e militanti che stanno confluendo nella nostra associazione dove trovano quei “comuni radicali” di serietà, onestà, lealtà e coerenza. La portata di questa emorragia avrà a nostro avviso un crudo riscontro nelle imminenti elezioni amministrative che certificheranno l’incapacità politica dell’attuale dirigenza della Lega in Umbria.
L’associazione “Per l’Umbria” nasce per dare continuità al percorso di buona amministrazione e di vero cambiamento iniziato nei territori e che per rispetto verso chi, in buona fede, ci ha dato la propria fiducia, non vogliamo assolutamente che vada disperso.  

A Todi come in tutta la Regione, “Per l’Umbria” si colloca in quell’area civica che sempre più spesso, si contrappone allo strapotere clientelare proprio dei partiti, rappresentando di fatto l’unica opposizione propositiva con contenuti, proposte e progetti concreti.
Nella nostra città, l’associazione continuerà a garantire pieno e leale sostegno all’attuale amministrazione ed al Sindaco Ruggiano. 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter