Condividi su facebook
Condividi su twitter
A closeup of a person measuring temperature with a digital thermometer - COVID-19

I misuratori di temperatura digitali sono strumenti molto utili e spesso ricercati perché consentono di operare in modo semplice e veloce nel rilevamento di una temperatura a distanza. Il loro funzionamento spesso si basa sulla presenza di una sonda di rilevazione e di un display che consente di leggere in modo veloce ed estremamente funzionale le temperature. L’aspetto che influisce maggiormente sul meccanismo e sulla precisione delle rilevazioni è il tipo di sensore integrato nel misuratore di temperatura.

Ogni dispositivo ha anche un margine di errore, detto parametro di accuratezza, che dipende infatti da questa componente e che può essere più o meno ridotto. I modelli più frequenti di misuratori di temperatura digitali sono quelli a resistenza, quelli con termocoppie e quelli con termistori. Quando è presente una sonda, la sua estremità viene appoggiata sull’oggetto che deve essere sottoposto a rilevazione e la temperatura compare immediatamente sul display, dando all’utilizzatore una fruizione rapida e semplice.

Come scegliere un termometro digitale
Oggi è possibile acquistare un misuratore di temperatura digitale direttamente online su portali specializzati come quello di RS Components, che garantisce articoli altamente funzionali con un ottimo rapporto qualità prezzo. 

Una volta trovato il giusto canale di vendita, è indispensabile capire quali caratteristiche tecniche dovrebbe avere questo strumento per adattarsi al meglio alle proprie esigenze. I modelli possono variare infatti in base alla forma, alla dimensione, al peso e al materiale impiegato per la fabbricazione. Alcuni fattori da considerare durante la scelta del dispositivo sono ad esempio:

  • – Margine di errore (accuratezza).
  • – Range di temperature rilevate.
  • Calibrazione automatica o manuale.
  • – Spegnimento automatico.
  • Lunghezza del cavo.
  • – Dimensioni e peso.
  • – Tipo di batteria.

La calibrazione automatica è particolarmente utile per tutti gli utilizzatori che non sono particolarmente esperti e preferiscono disporre di uno strumento pronto all’uso al momento dell’acquisto. Anche la lunghezza del cavo è un aspetto importante perché le esigenze in tal senso possono variare significativamente in base alla tipologia di lavoro svolto. Infine lo spegnimento automatico è utile per limitare il consumo di batteria, mentre lo schermo dovrebbe essere composto da un display nitido e di facile lettura.

Caratteristiche tecniche e utilizzo
I misuratori di temperatura digitali hanno ormai rimpiazzato i modelli contenenti liquido che hanno bisogno di molto più tempo per offrire una lettura dei dati. Inoltre la lettura istantanea con termometro digitale è decisamente più accurata, anche se il margine di errore dipende sempre dal modello prescelto. Sicuramente per ridurre la possibilità di operare rilevazioni sbagliate è utile anche procedere con la calibrazione dello strumento, seguendo sempre le indicazioni del produttore.

Inoltre questi dispositivi sono generalmente molto semplici da trasportare e questo offre un notevole punto di forza per tanti manutentori tecnici che devono avere questo strumento sempre all’interno della propria cassetta degli attrezzi. I misuratori di temperatura digitali sono molto utilizzati dagli elettricisti e dai tecnici manutentori di vari impianti industriali, nel comparto alimentare, nel settore dei test medici e della ricerca farmaceutica e in tanti ambiti generali.

Questo strumento, detto anche termometro digitale, di solito permette di visualizzare i dati sia in gradi centigradi che in Fahrenheit. Ovviamente ogni utilizzatore dovrà quindi impostare l’unità di misura più adatta per le proprie circostanze. I modelli utilizzati nell’industria alimentare e nei cosiddetti test d’igiene hanno solitamente una sonda caratterizzata dalla somiglianza con un lungo ago, posto all’estremità dello strumento, che può essere facilmente inserito all’interno dei cibi per rilevarne la temperatura.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter