Condividi su facebook
Condividi su twitter
Urne aperte domenica e lunedì in importanti città dell'Umbria, tra cui Assisi, Spoleto e Città di Castello; si tratta di un test importante ai fini della conferma o della definizione di nuovi equilibri politici
voto

Urne aperte e cittadini al voto per le elezioni amministrative, che sono però sempre, stavolta più del solito, anche un test politico importante, essendo chiamati alle urne quasi 1200 Comuni in tutto il Paese e oltre 10 milioni di elettori. In Umbria sono 117.444 gli elettori interessati al rinnovo di 12 sindaci e altrettanti consigli comunali: Assisi, Bettona, Bevagna, Città di Castello, Nocera Umbra e Spoleto in provincia di Perugia; Amelia, Avigliano Umbro, Castel Giorgio, Montecastrilli, Otricoli e Parrano; 173 i seggi aperti domenica e lunedì.

Per i 12 posti da primo cittadino corrono in 39, un numero che la dice lunga sulla frammentazione del quadro politico. Quattro a Città di Castello: Andrea Lignani Marchesani, Luciana Bassini, Roberto Marinelli e Luca Secondi. Sette a Spoleto: Sergio Grifoni, Andrea Sisti, Rosario Murro, Giancarlo Cintioli, Diego Catanossi, Paolo Imbriani e Maria Elena Bececco. Cinque ad Assisi: Luigino Ciotti, Stefania Proietti, Marco Cosimetti, Roberto Sannipola e Francesco Fasulo. Quattro a Bettona: Lucio Bambini, Gian Luca Schippa, Valerio Bazzoffia e Lamberto Marcantonini; tre a Bevagna: Mario Lolli, Annarita Falsacappa ed Elisa Fioroni Torrioni; due a Nocera Umbra: Massimo Montironi e Virginio Caparvi. Tre candidati ad Amelia: Laura Pernazza, Pompeo Petrarca e Piero Bernardini. Tre a Montecastrilli: Benedetta Baiocco, Riccardo Aquilini e Carlo Mancini. Duello negli altri quattro Comuni: Avigliano Umbro (Luciano Conti e Roberto Pacifici), Otricoli (Antonio Liberati e Luca Papi), Castel Giorgio (Andrea Garbini e Vincenzo Batella) e Parrano (Valentino Filippetti e Carlo Cecci).

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter