Condividi su facebook
Condividi su twitter
Working construction tool. Builder's accessories. House and house renovation concept background.

I preventivi per la ristrutturazione sono fondamentali per capire a quanto ammontano le spese base per il rinnovo della casa e soprattutto stimare quale budget rimane a disposizione per l’acquisto di mobili, luci e altri oggetti d’arredo.

Quale preventivo richiedere per primo in fase di ristrutturazione?
Chi desidera modernizzare casa, per prima cosa deve richiedere dei preventivi per la ristrutturazione inerenti a: impianto idraulico, impianto elettrico e se richiesto anche all’impianto gas. La messa in opera di quest’ultimi, infatti, rappresenta una gran percentuale dei costi necessari per il rifacimento di un’abitazione. Non richiederli in tempo potrebbe voler dire ricevere brutte sorprese in un secondo momento, ritrovandosi a non avere più soldi a disposizione per continuare i lavori. Al fine di ottenere dei preventivi di ristrutturazione validi, è consigliato rivolgersi solo ed esclusivamente a ditte competenti e serie, così da sentirsi sempre seguiti e supportati.

Un’azienda professionale, a prescindere dal preventivo che deve redigere, deve considerare:

  • – Il risultato finale desiderato dal cliente
  • – Il budget a disposizione 
  • – La superficie a disposizione, sia in termini di estensione che di caratteristiche tecniche
  • – I tempi di realizzazione richiesti

Per valutare i vari prezzi presenti sul mercato, è consigliata la richiesta di più preventivi ristrutturazione, in modo da non accettare la prima proposta ricevuta, puntando ad economizzare il più possibile.

La scelta importante della pavimentazione
Anche la scelta della pavimentazione è importante e deve avvenire dietro suggerimento di esperti, in quanto non tutte le tipologie vanno di pari passo con gli altri interventi che si devono fare in casa. Alcune mattonelle, ad esempio, non sono adatte ad accogliere i riscaldamenti a terra, molto gettonati negli ultimi anni. Scegliere la pavimentazione giusta, comunicando con chi ci effettua i lavori e soprattutto facendo comunicare tra di loro i vari professionisti, darà modo di effettuare spese mirate, senza ridursi a dover cestinare carichi di mattonelle o assi di parquet acquistati frettolosamente in autonomia senza richiedere il parere di personale competente. Anche la qualità dei materiali non è da sottovalutare, in quanto acquistare prodotti blandi potrebbe voler dire ripetere la spesa in futuro, ricorrendo addirittura alla loro sostituzione. Per quanto possa sembrare strano, quando si parla di ristrutturazione se si desidera risparmiare è necessario fare investimenti iniziali di un certo livello. I vantaggi saranno ben chiari nel corso del tempo.

Rifacimento tetti – Un’altra spesa da preventivare
La qualità di un tetto influisce molto sull’efficacia dell’impianto di riscaldamento installato, in quanto la sua composizione ed il materiale utilizzato possono trattenere o meno il calore all’interno delle abitazioni, rendendole più o meno umide e temperate. La necessità di intervenire sul tetto deve sorgere nei casi in cui si noti la nascita di crepe o lesioni vicine al suo perimetro, infiltrazioni e muffe nel suo interno o quando si ha l’impressione che i gradi centigradi in casa tendano a diminuire vertiginosamente anche in presenza di caloriferi accesi. Un tetto danneggiato, incapace di proteggere il palazzo che ricopre, non farà altro che causare dispersioni termiche, portando le persone che vi ci abitano a pagare ingenti somme di denaro in luce e/o gas. Ecco, quindi, che per economizzare sul lungo termine, è consigliato prestare attenzione alle condizioni di manutenzione del tetto.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter