Condividi su facebook
Condividi su twitter

È uscito in questi giorni un comunicato della Lega Collazzone imbarazzante nei toni e nei contenuti. I consiglieri leghisti Marcacci e Minelli, insieme ai referenti territoriale e provinciale, “esprimono preoccupazione” per l’apertura di un centro islamico nella frazione di Collepepe. Un comunicato che confonde piani e concetti, mescolati in un mix sconcertante: iniziativa privata, priorità politiche, laicità dello Stato… che lasciano basiti sull’ignoranza di concetti alla base della nostra società.
Innanzitutto, stiamo parlando di un’attività che nasce dall’iniziativa di privati. L’iniziativa privata, nel rispetto della legge, è libera e questo vale per tutti. Senza distinzione. Tantomeno di confessione religiosa. Ci sono le autorità competenti che rilasciano i permessi e controllano le eventuali anomalie o infrazioni. Ricordiamo ai Consiglieri Comunali un principio fondamentale del nostro ordinamento: la laicità dello Stato, ovvero la separazione fra la sfera politica e quella religiosa proprio per garantire la convivenza fra tutti i cittadini, a prescindere dalle loro convinzioni politiche, dal credo religioso, dall’orientamento sessuale…
Chi governa un territorio dovrebbe unire i cittadini, integrare il tessuto sociale e non fomentare la paura del diverso o alimentare in modo subdolo “la caccia alle streghe”.
La Lega, che amministra il nostro Comune insieme a Fratelli d’Italia e Forza Italia, nel comunicato parla di altre priorità per il nostro territorio… ma cosa c’entrano “altre priorità” visto che questa iniziativa è privata?
I consiglieri della Lega, essendo parte della Maggioranza, facciano valere nelle sedi opportune il loro punto di vista e le loro priorità. Marcacci e Minelli parlano di rilancio dell’economia, di tutela della salute… ma in questi anni non sono mai intervenuti in Consiglio Comunale. Conosciamo il loro punto di vista solo attraverso comunicati che criticano l’operato dell’Amministrazione di cui fanno parte ma che appoggiano, in Consiglio Comunale, esprimendo sempre voto favorevole.
Non se ne può più di questi partiti che pretendono di essere maggioranza e opposizione allo stesso tempo! La Lega è in maggioranza: si prenda le proprie responsabilità per l’abbandono in cui versa il territorio.
Tra le priorità che segnaliamo alla Lega, qualora si ricordasse che governa il nostro territorio, c’è appunto l’aggregazione sociale, soprattutto dei giovani. Magari questa iniziativa privata, tanto criticata, può servire per dare una ‘svegliata’ ai nostri amministratori e cominciare a provvedere a noi cittadini?

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter