Condividi su facebook
Condividi su twitter
Ospitiamo l'intervento di Maurizio Pierdomenico che chiama in causa la presidente della Terza Commissione, Eleonora Pace e il consigliere regionale Francesca Peppucci
COVID-HOSPITAL-OSPEDALE-3-720x399

Gentilissime signore, con riferimento alle ultime esternazioni in merito alla situazione in cui versa l’Ospedale della Media Valle Tevere ed alle prestazioni specialistiche del bacino ad esso collegato, cerchiamo di uscire dagli schieramenti e toglierci le giacchette e proviamo a dialogare da cittadini. 

Siete davvero convinte che gli emendamenti siano un gioco politico delle opposizioni e non richieste dei cittadini? Se siete convinte della prima ipotesi potremmo chiudere qui.  Ma non vi sorge il dubbio che a molti cittadini, destra o sinistra che sia, frega nulla di queste schermaglie?  Non pensate, in qualche momento della giornata, quando tornate a casa, che ci sono molti cittadini che non riescono a curarsi?
Avete provato a mettervi davanti ad uno specchio, guardarvi bene negli occhi e pensare che ci state facendo male, ma male sul serio non metaforico? 

Pensate, davvero, di poter citare il DM 70/2015 secondo i vostri comodi e, sempre, riferito a Pantalla e alla Media Valle Tevere e non ad altre aree regionali? Se il DM 70/2021 vale per noi della MVT vale per tutti ed allora dovrete prevedere la chiusura di tutti gli Ospedali tranne Perugia e, forse, Terni, in quanto sprovvisti di requisiti del DM 70/2015 a partire dai bacini utenti che se non li ha Pantalla non li hanno gli altri. 

Ecco, cerchiamo di uscire dalla burocrazia a comando (anche perchè il DM 70/2015 sarebbe in discussione perchè datato..) e dai colori di partito e pensate, veramente, a chi ha bisogno di curarsi.
Voi, probabilmente, non avete problemi a rivolgervi ad una sanità privata ma potreste essere tra i pochi che possono sceglierla mentre chi non può permettersela è comunque costretto a pagare o, in alternativa, soffrire fino a quando la candela arde per poi spegnersi lentamente. 

Di tutto ciò non vi è mai sorto un minimo dubbio?
Una perplessità, che vi faccia dubitare che per bieca difesa di una posizione politica calpestate quello che è un diritto primario come la salute? Quel diritto richiamato dalla famosa Costituzione, che fa il pari con il DM 70/2015, citata a comando secondo le convenienze. 

Ecco specchiatevi dentro e fuori e se siete convinte che tutto va bene, che le vostre scelte non ricadono sulle nostre spalle economiche e di salute, scusatemi per avervi rubato del tempo prezioso per proseguire in questo disegno macabro.
Altrimenti fate uno scatto di orgoglio come donne, prima che come esponenti politiche, e ridateci una sanità almeno come era ante Covid.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter