Condividi su facebook
Condividi su twitter
Segnata una tappa del percorso ripartendo dal documento storico dell'Apiarium (1623) e dagli studi dei Lincei
pubblico 2 acquasparta 13-11
Lo scorso 13 novembre, nell’ambito della 2° Giornata dell’Apiarium, ad Acquasparta è stata segnata una tappa importante nel percorso di costituzione del Museo nazionale delle Api e del Miele presso Palazzo Cesi, ripartendo dal documento storico dell’Apiarium (1623) e dagli studi dei Lincei.
La costituzione del Comitato Tecnico-Scientifico, composto dal prof. Tiziano Gardi (già Università degli Studi di Perugia e consulente MIPAAF), dalla prof.ssa Antonella Canini (Università di Roma Tor Vergata – Dipartimento di Biologia e Centro Ricerche Miele), dal prof. Antonio Felicioli (Università di Pisa – Dipartimento di Scienze Veterinarie), dal dott. Matteo Giusti (Agronomo, Apicoltore e Giornalista) e dal dott. Mirko Pacioni (Naturalista e Apicoltore), fornisce fin da ora strumenti operativi di livello nazionale.
Le partecipazioni attive della dott.ssa Petra Bole (Direttrice del Museo nazionale di Apicoltura della Slovenia) e dei rappresentanti dell’Ambasciata della Repubblica di Slovenia che ha patrocinato l’evento, hanno conferito una dimensione internazionale al progetto.
La presenza delle dott.sse Antonella Pinna e Valeria Poggi, rispettivamente Dirigente e Funzionaria del Servizio Musei, Archivi e Biblioteche della Regione Umbria, e di oltre cinquanta partecipanti alla conferenza e alla proiezione del Film “Un Mondo in Pericolo – More Than Honey”, hanno testimoniato il notevole interesse per i temi trattati e la loro estrema attualità.
Il podcast dell’audio integrale della conferenza è disponibile al seguente link www.api24.it/podcast/ConvegnoSecondaGiornataApiarium grazie a Radio Api 24, la prima radio dedicata al mondo delle api e degli altri insetti impollinatori.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter