Condividi su facebook
Condividi su twitter
In vista delle elezioni comunali, "il rischio è che poi metodi, percorsi e progetti rimangano sempre gli stessi e Todi ne è una conferma"
Civici x

CiviciX Todi interviene nella partita politica che da qui alla prossima primavera porterà alle elezioni comunali di Todi, cercando di essere l’elemento di rottura nei confronti della politica “tradizionale”.

“Ormai sono pochi i mesi che ci separano dalle prossime elezioni comunali – si legge in una nota di CiviciX Todi – e ancora una volta la “politica tradizionale” ripete vecchi vizi del centralismo burocratico che rischia di allontanare le istituzioni dai bisogni della vita reale dei cittadini che abitano i territori.

Come CiviciX abbiamo sempre inteso il rovesciamento della piramide a favore dei progetti territoriali come spinta al cambiamento reale e non la semplice sostituzione dei governanti. Il rischio infatti è che poi metodi, percorsi e progetti rimangano sempre gli stessi e  Todi ne è una conferma.

Il cambiamento reale di partecipazione ed ascolto della comunità in questi 5 anni non c’è stato, in generale c’è stato su gran parte delle questioni economiche e territoriali la riproposizione di scelte scarsamente incisive per il futuro di questa città. Il cambiamento si è espresso in poche  note di “colore” e di bandiere partitiche  e vessilli ideologici scarsamente attinenti con l’attività amministrativa.

Il pesante  calo demografico del nostro comune, poco più di 15.000 abitanti al 1 giugno 2021 è un segnale d’allarme che deve preoccupare chiunque intenda mettersi al servizio della comunità locale con una nuova visione per la città.
Qualche giorno fa “Todi Civica” ha lanciato un utile appello al di fuori degli schieramenti classici, noi rispondiamo che prima degli schemi, delle coalizioni e singole persone viene un  progetto per Todi ed una proposta convincente per il suo territorio ed il suo futuro, soprattutto, in questo momento di grande difficoltà economica e sociale.

Troppo spesso invece Coalizioni e schieramenti sono utilizzati dal “centralismo dei partiti” per ingabbiare il dibattito, le idee e allontanare donne e uomini di valore e capacità di cambiamento.
Subito dopo le festività natalizie promuoveremo due iniziative una on line di grande ascolto dell’intera comunità locale e delle diverse categorie e mondi produttivi, l’altra in presenza  per presentare i primi progetti di visione e rinnovamento per il nostro territorio ed iniziare un percorso di avvicinamento alle elezioni del 2022 con i movimenti civici, associazioni e con gli attori economici e sociali delle nostra città”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter