Condividi su facebook
Condividi su twitter
Sono emersi su 54 campioni selezionati in modo casuale provenienti da cittadini residenti nell'area del capoluogo: nessuno di loro è ricoveraato o manifesta sintomi particolari
Foto-aosptr-test-covid2
Il Laboratorio di microbiologia dell’Azienda ospedaliera di Perugia  diretto dalla professoressa Antonella Mencacci, continua a monitorare l’evoluzione delle varianti del virus Sars-CoV-2.
Dall’ultima survey condottta dal ministero della Salute insieme ai laboratori regionali è emerso che 54 campioni analizzati in Umbria, in 3 è stata riscontrata la variante Omicron 5.  
Lo rende noto l’assessore alla Salute della Regione Umbria  spiegando che i 54 campioni sono selezionati in modo  casuale e provengono da cittadini residenti nell’area del capoluogo.
E’ importante segnalare – aggiunge –  che nessuno di questi soggetti è ricoverato  e non manifestano sintomatologia particolare rispetto a quella provocata dalle varianti già note.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter