Condividi su facebook
Condividi su twitter
Si chiude l'era di Lazzaro Bogliari: l'assemblea dei soci ha eletto Stefano Ansideri come presidente e Giorgio Mencaroni e Silvia Ceppi come consiglieri
umbriafiere-678x381

Umbriafiere, l’ente fieristico regionale, ha rinnovato il proprio consiglio direttivo. Alla presenza della governatrice dell’Umbria, l’assemblea dei soci, alla quale hanno partecipato Michela Sciurpa, presidente di Sviluppumbria (50%), Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio dell’Umbria (30%), il sindaco del Comune di Bastia Umbra (12%) e il vicepresidente della Provincia di Perugia (8%), ha definito la nuova governance eleggendo Stefano Ansideri come presidente e Giorgio Mencaroni e Silvia Ceppi come consiglieri.

“Il Covid – ha affermato la Presidente della Regione nel corso del suo intervento – ha messo a dura prova il centro fieristico. Grazie al lavoro di tutti i soci siamo riusciti a mettere Umbriafiere nella condizione di resistere. Il presidente uscente Lazzaro Bogliari, che ringrazio per il suo lavoro con l’auspicio di averlo ancora all’interno della società anche in futuro, lascia il suo incarico firmando un bilancio 2021 con un fatturato, nonostante il periodo di riferimento ancora caratterizzato dal Covid, quasi in linea con il periodo pre emergenza sanitaria: costi contratti, reddito di esercizio importante, liquidità di oltre un milione e 200 mila euro e un patrimonio netto di quasi 1 milione”.

La Presidente ha poi concentrato il suo intervento anche sulle linee programmatiche: “L’ubicazione della struttura – ha sottolineato – è al centro di una delle principali aree di sviluppo regionali che vede nodo di Perugia, aeroporto, la linea ferroviaria potenziata Foligno-Terontola, la Fcu con la nuova stazione di Collestrada, dove vi sono anche progetti di espansione commerciale. Per queste ragioni il centro fieristico deve crescere sempre più diventando polifunzionale e aprendosi a fiere moderne e digitali, convegni multimediali, eventi e anche grandi concerti”.

Nel corso dell’assemblea, come detto, è stata individuata la nuova governance: “La designazione unanime di Stefano Ansideri a presidente – ha sottolineato il sindaco di Bastia – ribadisce la stima condivisa di cui gode il neoeletto, a cui noi ci sentiamo particolarmente legati, e sostanzia una collaborazione estremamente proficua con gli altri soci, in primis la Regione che condivide le comuni visioni del centro fieristico e della sua gestione”.

Un ringraziamento e attestato di stima per i membri uscenti è arrivato anche dagli altri soci. “Ringrazio tutti – ha detto Mencaroni – per lo straordinario lavoro svolto. Siamo riusciti ad affrontare un momento complesso e ora siamo pronti a ripartire, nell’auspicio di riuscire a far crescere un centro d’eccellenza come è divenuto nel tempo Umbriafiere”. Condivisione della visione prospettica è stata espressa anche dal vicepresidente della Provincia di Perugia: “Umbriafiere è ormai un punto di riferimento fieristico per l’intera regione e ha l’ambizione, realistica, di poterlo diventare per il centro Italia e l’interno Paese”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter