Condividi su facebook
Condividi su twitter
In occasione dei trent'anni presentata la nuova identità della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che afferma, anche visivamente, il percorso che da semplice emanazione del mondo bancario l’ha trasformata in un soggetto aperto e attivo sul piano progettuale
PHOTO-2022-05-30-17-01-15

Trenta anni di vita e una nuova identità. Tra memoria e futuro la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha iniziato i festeggiamenti del suo trentennale con “Il futuro dentro una Storia”, un evento donato alla città per condividere questo importante traguardo che si è tenuto nella serata del 30 maggio 2022 al Teatro Morlacchi di Perugia. Di fronte ad una platea di ospiti che ha fatto registrare il tutto esaurito, tra i quali numerosissime autorità, sollecitati dalla giornalista Rai Maria Concetta Mattei, la Presidente Cristina Colaiacovo e Francesco Profumo, Presidente di Acri, l’Associazione nazionale che riunisce le Fondazioni di origine bancaria, hanno “aperto il sipario” con uno scambio di riflessioni che partendo dalle origini delle Fondazioni di origine bancaria, nello specifico dell’Ente perugino, hanno ripercorso tre decenni di attività a sostegno del territorio e del Paese.

L’evento è stata l’occasione scelta per presentare la nuova identità della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia – anticipata ai giornalisti nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nel primo pomeriggio nella sede di Palazzo Graziani – che da oggi si chiama Fondazione Perugia accompagnata da una immagine grafica rinnovata che afferma, anche visivamente, il percorso che da semplice emanazione del mondo bancario l’ha trasformata in un soggetto aperto e attivo sul piano progettuale capace di interpretare il territorio e di mobilitare idee ed energie per il bene comune. Il PER di Perugia assume il senso di una Fondazione che opera PER lo sviluppo, PER l’ambiente, PER la salute, PER l’educazione, PER il welfare, PER l’innovazione, PER l’arte, PER l’Umbria, PER tutti, PER te. Come sottolineato da Antonio Romano, Presidente di Inarea, la società di design leader in Italia nell’identità di imprese e istituzioni, la nuova immagine valorizza il grifo, simbolo di Perugia già presente nel vecchio logo, ridisegnato con tratti essenziali, secondo i codici dell’araldica, ed in posizione eretta, a simboleggiare lo “sguardo” rivolto al futuro.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter