Condividi su facebook
Condividi su twitter
Avrà a disposizione alcuni strumenti come il nuovo Piano socio sanitario regionale, la Convenzione con l’Università, il Piano regionale della prevenzione e il Pnrr Sanità
massimo dangelo

Ha preso servizio lunedì 13 giugno nel ruolo di Direttore regionale della sanità umbra, Massimo D’Angelo. D’Angelo, in accordo con la Presidente della Regione, Donatella Tesei, e l’Assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, ha delineato alcuni punti cruciali del suo mandato. Tra questi: la riorganizzazione delle Aziende ospedaliere in collaborazione con l’Assessorato, l’Università e i Direttori delle Aziende; l’abbattimento delle liste di attese con una puntuale e trasparente rendicontazione al cittadino; la riorganizzazione di una rete sanitaria che metta l’utente al centro dell’integrazione tra le strutture; la garanzia dell’appropriatezza degli interventi assistenziali riducendo, così al massimo la spesa non necessaria e garantendo l’equilibrio di bilancio; la realizzazione degli ospedali pubblici già oggetto di progettazione; la riorganizzazione del personale ospedaliero e distrettuale nell’ottica di migliorare i servizi offerti al cittadino; il supporto all’Assessorato in merito alle relazioni sia con gli operatori del settore sia con i territori.

Per assolvere a tali compiti, il Direttore avrà a disposizione alcuni strumenti come il nuovo Piano socio sanitario regionale, la Convenzione con l’Università, il Piano regionale della prevenzione e il Pnrr Sanità. La Presidente della Regione e l’Assessore, nel ringraziare quanto fatto dal direttore Massimo Braganti, oggi alla direzione della Asl Umbria 1, hanno augurato un buon lavoro a Massimo D’Angelo, certi del proficuo apporto che porterà alla sanità umbra così come fatto anche nella veste di Commissario straordinario Covid durante l’emergenza sanitaria.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter