Condividi su facebook
Condividi su twitter
Dopo l’annuncio delle dimissioni dal partito della Lega di Francesca Peppucci, arriva a stretto giro la risposta dei vertici regionali del Carroccio
Caparvi e Pastorelli Lega

“I veri militanti della Lega Umbria continuano a sostenere quei principi, quei tratti identitari che ci hanno sempre caratterizzato e per i quali ogni giorno si spendono per il bene della comunità a differenza di quanto ha fatto il consigliere Peppucci lasciando quel partito che le ha dato la possibilità di candidarsi come consigliere comunale a Todi nel 2017, alle Europee del 2019 e alle elezioni regionali dello stesso anno”.

Sono queste le prime parole dei vertici regionali della Lega Umbria, contenute in una nota a firma dell’On. Virginio Caparvi (Segretario Lega Umbria) e di Stefano Pastorelli (capogruppo Lega in Regione Umbria), in risposta alle dimissioni e alle accuse al partito da parte di Francesca Peppucci. 

“Per quanto ci riguarda – dicono Caparvi e Pastorelli – il consigliere Peppucci non ha lasciato oggi la Lega Umbria, ma lo ha fatto nel momento in cui ha smesso di sostenere il partito nelle sue iniziative e nelle sue battaglie, compresa quella di Todi.
Gli individualismi, gli scarica barile, gli atteggiamenti arroganti non fanno parte del nostro modo di fare politica e di amministrare, basato sul valore della partecipazione, della squadra e della condivisione a tutti i livelli. Quello che probabilmente, per inesperienza, viene chiamato ‘allinearsi ai vertici regionali’ altro non è che il rispetto di una linea politica basata su quei valori e su quegli impegni presi con i cittadini da cui oggi la Peppucci prende le distanze.

Per scelta di coerenza la invitiamo a dimettersi dal ruolo di consigliere regionale per lasciare il posto a chi ancora crede nei valori della Lega ed anche per rispetto dei nostri eletti, dei militanti e di tutte quelle persone che volontariamente ci mettono la faccia e sostengono il nostro partito”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter