Condividi su facebook
Condividi su twitter
Parte oggi il torneo che si svolgerà al Tennis Club Todi 1971, fino a domenica 10 luglio: wild card a Francesco Passaro, Matteo Gigante e Mattia Bellucci
Matteo-Gigante-Foto-Marta-MagniMEF-Tennis-Events-1024x683

Svelate le wild card della 14ª edizione degli Internazionali di Tennis Città di Todi | Sidernestor Tennis Cup. Da domenica 3 a domenica 10 luglio la terra rossa del Tennis Club Todi 1971 sarà teatro del prestigioso evento del circuito ATP Challenger organizzato da MEF Tennis Events. Al già annunciato Francesco Passaro, si aggiungono anche Matteo Gigante e Mattia Bellucci, che saranno ai nastri di partenza del tabellone principale grazie ad una wild card. Nel tabellone cadetto ricevono l’invito Niccolò Ciavarella e Alessio De Bernardis, mentre restano da annunciare le due restanti wild card. 

La linea verde del tennis azzurro – Innanzitutto Francesco Passaro, tennista umbro attuale numero 220 ATP, che proprio grazie agli inviti di MEF Tennis Events ha mosso i primi grandi passi Challenger tra Todi e Perugia. In una stagione caratterizzata dalle prime finali di carriera a Sanremo, Forlì 6 e Milano, oltre che dalla partecipazione al tabellone principale degli Internazionali BNL d’Italia, il perugino torna a Todi con grandi aspettative dopo i due ori vinti nella spedizione ai Giochi del Mediterraneo ad Orano (Algeria). Il 2022 si sta rivelando ricco di soddisfazioni anche per il classe 2002 Matteo Gigante (nella foto di Marta Magni). Il romano è fresco di best ranking alle posizione numero 307 della classifica mondiale e dopo un’annata condizionata dagli infortuni ha ricominciato con successo la grande scalata. La terza wild card è stata assegnata a Mattia Bellucci, 21enne di Busto Arsizio, a sua volta reduce dal suo miglior piazzamento nel ranking ATP, alla vigilia del torneo è numero 357. Il lombardo si sta affacciando adesso al panorama dei Challenger, ma la recente vittoria nel torneo ITF da $25.000 di Klosters (Svizzera) è di buon auspicio.

Bernard Tomic star del tabellone cadetto – Nelle qualificazioni sono quattro le wild card totali. Una sarà appannaggio del classe 2004 Niccolò Ciavarella. Reduce dalla partecipazione a Wimbledon Junior, il romano poche settimane fa ha conquistato all’ITF $15.000 di Frascati il primo punto ATP della carriera. La seconda è andata al classe 2000 Alessio De Bernardis, che già l’anno scorso disputò il tabellone cadetto degli Internazionali di Tennis Città di Todi, cedendo con onore a Federico Zeballos. Sono ancora da annunciare gli altri due inviti, ma nella giornata di domenica 3 luglio i riflettori saranno puntati sull’australiano Bernard Tomic. L’ex numero 17 del mondo, capace nel 2011 di spingersi ai quarti di finale di Wimbledon, sarà la stella del tabellone cadetto. Il pubblico umbro potrà ammirare dal vivo un talento che vive di genio e sregolatezza, che in carriera ha conquistato quattro titoli nel circuito maggiore.

Le parole di Marcello Marchesini: “Esattamente due anni fa, alle porte del primo lockdown, noi di MEF Tennis Events, insieme al Tennis Club Todi 1971 che mi onoro di rappresentare, facemmo ripartire lo sport in Italia. Ricordiamo tutti con orgoglio ed emozione il periodo in cui ci trovammo ad organizzare i Campionati Italiani Assoluti, che non si disputavano da 16 anni in Italia, e le finali scudetto di Serie A1; seguite a distanza di due mesi dal primo torneo ATP Challenger andato in scena dopo la pandemia. Per noi sono stati due anni di impegni ma anche di grandissime soddisfazioni, culminate con l’award di torneo WTA 250 dell’anno vinto per l’organizzazione di Tenerife ad ottobre 2021. Mi preme ricordare questo premio perché è frutto della stretta collaborazione con il mio amico e Sindaco di Todi Antonino Ruggiano, che insieme alla sua Giunta, ha riposto totale fiducia in noi accettando una sfida che ha rilanciato il turismo e di conseguenza l’intera economia di Todi prima di quella di qualsiasi altro comune italiano. Quest’anno il livello è alto e ci aspettiamo una settimana di tennis professionistico indimenticabile, che ci auguriamo di condividere con tutti i cittadini, i turisti e gli appassionati di questo sport. Il nostro più sentito grazie va all’amministrazione comunale, alla Regione Umbria, all’azienda Sidernestor della famiglia Leonori, ai miei amici del Consiglio Direttivo, ai soci tutti del nostro Tennis Club Todi 1971 e all’intera Città che ci ha sempre dimostrato enorme vicinanza in questi ultimi 15 anni di prestigiosi successi”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter