Condividi su facebook
Condividi su twitter
Deliberata da parte della Fondazione Comunità Marscianese, la restituzione dell'area al Comune, per acquisire le risorse del PNRR destinate all’attuazione di progetti regionali
Area Complesso Terza età

Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Comunità Marscianese ha deliberato, a decorrere dal 4 luglio 2022, la restituzione al Comune di Marsciano del diritto di superficie dell’area ex clinica Bocchini, situata nel centro di Marsciano tra piazza Marx e lo stadio comunale Alberto Checcarini. Si tratta di un atto dovuto finalizzato a permettere al Comune di acquisire le risorse del PNRR destinate all’attuazione di progetti regionali. 

Il progetto di un complesso residenziale per la terza età, che la Fondazione era stata chiamata a realizzare in quell’area, è stato infatti indicato dal Comune di Marsciano tra le opere strategiche per il territorio e inserito tra i progetti a livello regionale che potranno essere finanziati con risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. 

Grande è stata la soddisfazione della Fondazione – che ringrazia il Comune di Marsciano e la Regione Umbria per il lavoro fatto – nell’apprendere dell’inserimento del progetto tra quelli selezionati per il PNRR regionale che a pagine 121 riporta:
“Realizzazione del Polo della Terza Età nel Comune di Marsciano al servizio delle fasce di età più deboli: costruzione di un complesso residenziale attraverso il recupero dell’area dell’ex Clinica Bocchini che ospiterà una residenza senior di 800 mq per over 65 autosufficienti. Parte della struttura prevede inoltre un progetto per il “Dopo di noi”, rivolto alle persone disabili prive del sostegno familiare. (2 milioni di euro). La struttura andrebbe ad integrare il progetto in fase di attuazione (da parte di terzi) di una residenza protetta, di una residenza servita e di un centro diurno, oltre al giardino sensoriale e all’orto terapeutico già realizzati, creando così un vero e proprio POLO della terza età.” 

La Fondazione Comunità Marscianese, nel dichiarare la sua disponibilità a mettere a disposizione le competenze acquisite per l’utilizzo e mantenimento delle aree in oggetto, auspica che la realizzazione di questa importante struttura diventi presto realtà. Se lo aspettano i nostri sempre più numerosi anziani, le persone disabili, gli operatori che ci dovranno lavorare e le attività economiche che gravitano nelle vicinanze. 

In quell’area, la Fondazione Comunità Marscianese ha investito risorse per 200.000 euro, con cui ha potuto ripulire il sottobosco, realizzare l’orto terapeutico, costruire il muretto del benessere, recintare e sistemare il Giardino Caponi che la collega con l’Hotel Arco e realizzare il Giardino sensoriale.
Un investimento che è stato fronteggiato in parte con risorse proprie e in parte grazie al significativo contributo derivante dalla partecipazione al Bando Idee, indetto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che la Fondazione ringrazia per la fiducia accordata. 

Viene restituita pertanto un’area completamente recuperata sotto il profilo paesaggistico e funzionale, che andrà a integrare il complesso residenziale che il Comune realizzerà utilizzando i fondi del PNRR. 

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter