Condividi su facebook
Condividi su twitter
Il 28 luglio prima edizione in Piazza dei Consoli, con una serata di grande musica ed un'artista di fama internazionale
deruta soul festival

Deruta raddoppia: chiude il 28 luglio la XX edizione di Musica per i Borghi, dando vita alla prima edizione di Deruta Soul Festival, la “musica dell’anima”, frutto della fusione delle sonorità del jazz e del gospel con i modi della canzone pop.

Sarà la calda voce della californiana Sherrita Duran, con il concerto tributo alle dive americane, a tenere a battesimo la prima edizione di Deruta Soul Festival, il prossimo 28 luglio, alle 21.30 in Piazza dei Consoli. Per la prima volta, Deruta avrà un suo Festival, che fa parte del circuito di Musica per i Borghi, manifestazione promossa dalla omonima associazione, con il patrocinio dei Comuni di Marsciano e Deruta, in collaborazione con la Regione Umbria, l’Assemblea Legislativa dell’Umbria, la Provincia di Perugia e il sostegno della Fondazione Perugia.

“Abbiamo voluto dar vita – afferma il sindaco Michele Toniaccini – ad un Festival che potesse caratterizzare la nostra estate e il nostro territorio e, contemporaneamente potenziare l’offerta culturale, anche nella prospettiva di una maggiore capacità attrattiva del turismo”.

L’evento è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione della giunta comunale, in modo particolare dell’assessore alla Cultura, Piero Montagnoli e dei consiglieri di maggioranza Laura Fuccelli e Mauro Andreani.
Una serata di grande musica, con un’artista di fama internazionale: come l’ha definita il critico musicale Mario Luzzatto, è “un soprano acrobatico, una forza della natura, capace di unire il bel canto, alla musica black”.

Nata e cresciuta in California, si laurea in Opera Lirica, Musica e Arti Vocali, all’Università South California. Fin da giovane, ha calcato i più prestigiosi palchi degli Stati Uniti e del Canada. Il suo talento, le sue capacità artistiche e musicali la portano a sfoggiare un repertorio ampio: dalla lirica al pop, dai gospel al jazz, dalla musica soul alla dance e hip hop, dal rhythm and blues al musical. Si trasferisce prima a New York e poi in Italia, portando con sé il messaggio della musica gospel.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter