Condividi su facebook
Condividi su twitter

Da giorni riceviamo circostanziate e documentate segnalazioni di numerosi tuderti tese ad evidenziare lo stato in cui versa il Parco Beverly Pepper dopo il torneo di calcetto, manifestazione conclusasi, ormai, il 3 Luglio 2022 e che ha meritoriamente animato questa prima parte dell’estate tuderte dopo due anni di stop dovuto alla pandemia.

Uno stato di disordine conclamato, come testimoniano le foto allegate, visto che con la piattaforma su cui era poggiato il campo da calcetto non è stata ancora disinstallata ed il manto erboso artificiale si trova tuttora arrotolato nei paraggi. Ulteriormente, si rinvengono porte da calcetto rovesciate, assi di legno intraversati, sbarre di acciaio ed altre attrezzature ammassate in malo modo senza alcuna protezione che possono rappresentare un notevole pericolo per gli utenti – specie se di tenera età o anziani – del parco stesso.

In una deliberazione dello scorso 26 Maggio l’amministrazione Ruggiano concedeva all’ASD LOOP, organizzatrice dell’evento, il permesso di utilizzare Piazza IV Novembre (Parco di Beverly Pepper), nonché i bagni pubblici dello stesso, dal 15 giugno al 10 luglio 2022 (lasso temporale che avrebbe dovuto comprendere l’allestimento e il disallestimento), il supporto logistico delle maestranze comunali e si riservava la possibilità di elargire un eventuale contributo economico a parziale copertura delle spese sostenute dall’ASD LOOP.

Siamo, ormai, al 26 Luglio e nonostante siano passate più di due settimane non si è ancora proceduto a ripristinare lo statu quo ante del Parco di Beverly Pepper, che versa in un preoccupante stato di disordine, peraltro potenzialmente in grado di mettere in pericolo l’incolumità degli utenti. Sollecitiamo, dunque, chi di dovere a provvedere in tal senso procedendo alla rimozione delle attrezzature ancora lì depositate ed ammassate. In tal senso, informiamo anche che dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico è stata promossa interrogazione formale al Sindaco al fine di capire per quale motivo non si sia ancora proceduto al disallestimento dell’area.

Viene, comunque, spontanea una domanda: l’ossessione per il decoro della destra nostrana è per caso, ormai, roba buona soltanto per le paternali astratte del sindaco Ruggiano e non più oggetto di concrete, nonché doverose, azioni amministrative?

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter