Condividi su facebook
Condividi su twitter

In uno scenario politico cittadino sfilacciato e avvelenato, con una maggioranza pervasa da scontri feroci che stanno emergendo in queste ore in tutta la loro gravità e un sindaco incapace di governare la situazione, il Partito Democratico lavora nelle istituzioni comunali a favore dei cittadini più deboli, mettendo al centro le esigenze reali delle persone.
L’altro ieri, infatti, abbiamo depositato come gruppo consiliare una decina di atti, tra cui due mozioni ed un ordine del giorno aventi ad oggetto il “caro bollette”, la povertà energetica e la difesa della sanità pubblica.
Riteniamo assolutamente non più procrastinabile – come previsto nella prima mozione – l’istituzione di un fondo, alimentato dal bilancio comunale, contro i rincari energetici che stanno colpendo con particolare forza i nuclei familiari meno abbienti e il tessuto produttivo cittadino, che vada ad aggiungersi alle risorse stanziate dal governo nazionale coi vari decreti succedutisi negli ultimi mesi.

Ulteriormente, crediamo con forza che il problema della povertà energetica possa essere aggredito anche con lo strumento delle comunità energetiche, un’associazione tra cittadini, attività commerciali, pubbliche amministrazioni locali o piccole e medie imprese – oggetto della seconda mozione – che decidono di unire le proprie forze per dotarsi di uno o più impianti condivisi per la produzione e l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili.
Infine, abbiamo dedicato ai problemi della sanità pubblica e dell’Ospedale di Pantalla un dettagliato ordine del giorno, con un focus particolare sulle liste di attesa, invitando l’amministrazione ad attivarsi su queste problematiche, stante anche il contesto drammatico della sanità umbra, ormai sull’orlo del collasso tra tagli, blocco delle assunzioni e viaggi della speranza in tutta la regione per curarsi.

Dunque, mentre la destra si sfalda preoccupandosi soltanto del destino di qualche amministratore troppo attaccato alla poltrona e determinando con questo atteggiamento un sostanziale blocco degli uffici, il Partito Democratico di Todi si preoccupa delle esigenze vere e dei problemi reali delle persone.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter