Condividi su facebook
Condividi su twitter
Importante Seminario sull'emergente tema delle energie rinnovabili e sulle ultime normative di una "economia circolare" al centro delle attività rivolte allo sviluppo sostenibile e alla transizione ecologica
energia2

Presso la sala della Conciliazione del Comune di Assisi, venerdì 3 febbraio alle ore 16, si terrà un importante seminario atto a promuovere cultura, informazione e formazione sulla costituzione di “Comunità energetiche rinnovabili e autoconsumo collettivo-Il nuovo paradigma!”.

Il Seminario è organizzato da Optima Energia, patrocinato dalla Regione Umbria, Comune di Assisi, Ordine e Fondazione degli ingegneri di Perugia, in collaborazione con le associazioni Federalberghi, Confcommercio, Anci, Adic e ANACI. Saranno rilasciati 3 crediti formativi a tutti gli ingegneri che parteciperanno in presenza al seminario.

Sarà l’occasione per definire e interpretare le ultime normative di una “economia circolare”, al centro delle attività rivolte allo sviluppo sostenibile e alla transizione ecologica: si parlerà della grande opportunità per cittadini, PMI, Comuni, ecc. di diventare clienti attivi e del territorio che si fa infrastruttura. 

Un ruolo importante è il comportamento virtuoso e il discernimento dell’umano, avendo, la direttiva europea 2018/2001 (Red II), dato ai  cittadini l’opportunità di trasformarsi da “consumer a prosumer”, mediante un modello di regolazione virtuale di energia. Il seminario ha lo scopo di produrre un feedback con tutti gli attori coinvolti, anche a fronte del TIAD (Testo integrato autoconsumo diffuso) del 27/12/2022 pubblicato dall’ARERA.
Manca solo il decreto attuativo che definirà i nuovi incentivi.

Il viceministro all’Ambiente e Sicurezza energetica, Vannia Gava, ha annunciato che “il percorso è stato articolato poiché è stata necessaria una lunga consultazione con ARERA ma è in arrivo fra poche settimane.
In questo contesto innovativo, ovviamente fondamentale sarà il ruolo delle Regioni, perché avranno un compito determinate in un’ottica di sfruttamento virtuoso di quello che è il patrimonio territoriale in chiave energetica”.

Il Seminario potrà ospitare un numero limitato di circa 120 persone, oltre agli ingegneri, autorità, relatori. Per questo motivo è stata adibita anche una seconda sala per ospitare l’accesso ad ulteriori operatori di settore: per garantire la visione di questo Seminario, Optima Energia ha predisposto anche una diretta via web allo scopo di poter dare l’opportunità a tutti gli operatori di settore, di prendere visione del seminario.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter