Condividi su facebook
Condividi su twitter
A Todi ultimo appuntamento del ciclo di incontri e conferenze musicali “Like a rolling stone"

Il ciclo di incontri e conferenze musicali “Like a rolling stone” organizzato dalla Biblioteca “Lorenzo Leoni” di Todi e dall’Associazione culturale “Foxy Lady” giunge a conclusione.
Venerdì 15 giugno alle ore 21, presso la sala conferenze della Biblioteca, tema della serata conclusiva sarà il “rock italiano”. Ospite d’eccezione, Massimo Bubola: musicista, paroliere, produttore tra i più originali del panorama musicale italiano. Nastro giallo rappresenta il suo esordio, un disco pregno di intuizioni e di un modo di scrivere canzoni già di grande qualità. Spalle dolci e Canzone di maggio sono piccole gemme di sfavillante bellezza, che non sfuggono ad una delle figure più importanti ed influenti della scena musicale del nostro paese, Fabrizio De Andrè. Da questa collaborazione nasce un lavoro che sfocerà nell’album Rimini. L’unione fra i due dà luogo a brani come Andrea o alla rilettura di un noto pezzo di Bob Dylan, quella Avventura a Durango, rivisitazione di Romance in Durango, che frutterà i complimenti dello stesso Dylan. Nel 1981 scrive con De Andrè Una storia sbagliata, dedicata a Pasolini e pubblica L’indiano un album contenente Franziska e Quello che non ho. Massimo inizia, da questo momento, una serie impressionante di collaborazioni, tra cui Cristiano De Andrè, Milva, a Mauro Pagani, fino a Fiorella Mannoia per cui Massimo scrive la celebre Il cielo d’Irlanda. Di nuovo con Fabrizio De Andrè, per l’album Le nuvole, un pezzo che fa storia “Don Raffaè”. Quando si è ormai propensi a pensare che Massimo abbia optato per una carriera al “servizio” degli altri, ecco arrivare uno dei dischi più amati dai suoi ammiratori: Doppio lungo addio (1994), divenuto un must nella sua discografia. Segue una produzione di elevatissima qualità che inanella album quale Mon Tresor, Diavoli e Farfalle, Segreti Trasparenti, sino all’ultimo Quel Lungo Treno.
“Like a Rolling Stone” riprenderà in autunno, forte di un successo di pubblico ed amatori e di una ricca programmazione per gli appuntamenti futuri.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter