Condividi su facebook
Condividi su twitter
La fetta più consistente del finanziamento regionale destinata al problema dei rifiuti; in programma anche il risanamento del Nestore
differenziata

Per il problema “rifiuti” la Giunta regionale dell’Umbria ha destinato 2 milioni e 271 mila euro. Questi saranno utilizzati come incentivi e contributi ai Comuni per la raccolta differenziata, per investimenti connessi alla rimodulazione del flusso dei rifiuti, per l’attuazione del protocollo d’intesa per l’ampliamento della discarica di Pietramelina, la formazione del piano rifiuti, l’acquisizione del terreno della discarica di Sant’Orsola e l’attuazione del progetto di promozione del compost di qualità.
Nel quadro dei finanziamenti del programma di interventi ambientali 2007, inoltre, 1 milione e 150 mila euro serviranno a potenziare l’attività dell’Arpa nel campo dei controlli ambientali. Con 720 mila euro verranno completate le carte geologiche della regione, 600 mila euro saranno destinati ad iniziative di informazione ed educazione ambientale e 500 mila euro alla riduzione dell’inquinamento atmosferico, luminoso ed elettromagnetico.
Con 460 mila euro saranno risanati alcuni corpi idrici del bacino del Nestore e di Campello sul Clitunno e sarà finanziato il trasferimento in Umbria della sede del segretariato del Programma delle Nazioni Unite per l’acqua. Al finanziamento delle aree protette è stato assegnato infine l’importo di 750 mila euro.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter