Sabato e domenica ai campi di Pontenaia di Todi è tempo di verdetti; in svolgimento anche il quarto convegno nazionale Uisp

Gran finale a Todi, sabato e domenica, per la prima edizione degli Internazionali di Tennis dell’Umbria, evento di indiscutibile portata non soltanto dal punto di vista prettamente sportivo ma anche turistico ed economico, la cui organizzazione si deve al locale Tennis Club.
La competizione, nono torneo italiano per importanza (35 mila dollari il montepremi legato alla Blu-Express.com Tennis Cup), ha richiamato infatti presso gli impianti di Pontenaia campioni di prima grandezza.
Dal punto di vista agonistico, è ormai tempo di verdetti. Il colpo grosso, nei quarti di finale, porta la firma del tedesco Kamke che estromette dal torneo la testa di serie numero 1 Alessio Di Mauro. Il siciliano non è riuscito a contenere la potenza dei colpi del teutonico e si è arreso al termine di due set comunque combattuti, 7-6 6-3 il punteggio.
Sabato, in semifinale, il tedesco Kamke (che nei quarti ha estromesso la testa di serie numero 1 Alessio Di Mauro) si troverà di fronte il beniamino di casa Adrian Ungur. Il rumeno, in gran forma, grazie al suo strepitoso rovescio ha piegato la resistenza di un cliente scomodo come l’argentino Alvarez (6-2 7-6 il risultato).
Dopo Di Mauro è caduta anche la testa di serie numero 2 Federico Luzzi, eliminato dal connazionale Galvani. Il derby italiano si è risolto in poco più di un’ora con il punteggio di 6-1 6-3 per Galvani, protagonista di un match senza sbavature. Galvani ora se la vedrà con quello che diventa il favorito numero uno per la vittoria finale, il fuoriclasse argentino Gaston Gaudio. L’ex numero 5 del mondo, di fronte ad un foltissimo pubblico, ha lasciato solo le briciole al connazionale Villagran (6-1 6-2), con giocate di grandissimo spessore tecnico.
La giornata di sabato vede in programma, oltre alle attese semifinali del torneo singolare, anche il 4° Convegno Nazionale Uisp, dal tema “Educazione allo sport: il Tennis”, che proseguirà pure nella giornata di domani.
La scelta di Todi non è casuale, visto che nella città di Jacopone, presso il Tennis Club, è nato il Centro Tecnico Nazionale per l’educazione al Tennis, diretto da Alberto Castellani.

condividi su: