Condividi su facebook
Condividi su twitter
IV Convegno Internazionale della Fondazione Luigi Salvatorelli, "La milizia della cultura. Le riviste militanti in Italia e in Europa dal 1945 al 1968”, a Marsciano
referendum46


Dal 3 al 6 novembre 2010, si terrà a Marsciano
, presso la sala Capitini della Residenza municipale, il IV Convegno Internazionale della Fondazione Luigi Salvatorelli, "La milizia della cultura. Le riviste militanti in Italia e in Europa dal 1945 al 1968”, ideato e diretto dal Prof. Angelo d’Orsi, presidente del Comitato scientifico e cofondatore dell’istituzione dedicata al grande storico e giornalista umbro (1886-1974).
L’evento è realizzato con il sostegno del Comune di Marsciano, e con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e del quotidiano “La Stampa”. Importante anche la collaborazione con l’Isuc (Istituto per la storia umbra contemporanea) nonché il sostegno di due importanti aziende umbre quali la Emu e la Banca di Mantignana.

Il Convegno affronta uno strumento essenziale della cultura, con particolare riferimento alla cultura “militante”, ossia quella impegnata sul piano civile o direttamente politico
: le riviste
Nei processi di formazione di una coscienza nazionale italiana, tra Settecento e fine Ottocento, le riviste ebbero grande importanza, seguendo, del resto, moduli spesso di matrice francese o tedesca.
Si giunge poi alla celebre stagione delle riviste fiorentine tra ultimo Ottocento e primo Novecento, passando per la fase torinese gramscian-gobettiana e la non irrilevante epoca fascista.
Infine, il lungo dopoguerra, con le grandi correnti laica, cattolica e comunista: i periodici furono preziosi strumenti di creazione di movimenti di idee, che spesso si intersecarono con movimenti politici o li generarono direttamente.

Il Convegno intende fermare la sua attenzione dal 1945 in poi, interrogando e rivisitando criticamente un segmento di storia degli intellettuali e della cultura italiana, con riferimenti europei, attraverso, appunto, il dibattito delle riviste, dalla conclusione del II Conflitto mondiale alla fine degli anni Sessanta: e più precisamente alla vigilia del grande sommovimento del Sessantotto, che ebbe un importante “lancio” proprio nelle riviste militanti. L’ingresso al Convegno è libero.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter