Condividi su facebook
Condividi su twitter
Si cerca di supplire alla decisione unilaterale da parte di Trenitalia – Direzione passeggeri Nazionale – di sopprimere l’Eurostar delle 19.32 - contro la quale la Regione ha aperto un contenzioso -
treno

Con l’attivazione, a partire da lunedì 6 febbraio, di due nuovi treni regionali, di cui uno con partenza da Perugia alle  15:50 e arrivo a Roma Tiburtina alle 18:34, e un altro in partenza da Roma Tiburtina alle 18:52 con arrivo a Perugia alle 21:27, si conta di poter dare una risposta soddisfacente alle richieste dei pendolari per potergli garantire il rientro in Umbria dalla Capitale, soprattutto nella fascia oraria del tardo pomeriggio.

“L’attivazione della nuova coppia di treni –  ha detto l’assessore regionale ai trasporti, Silvano Rometti  Rometti –  sarà inserita all’interno del Contratto di servizio e, pertanto, sostenuta con risorse della Regione che ha fatto un importante sforzo per andare incontro alle esigenze dei pendolari umbri che, a seguito della decisione unilaterale da parte di Trenitalia – Direzione passeggeri Nazionale – di sopprimere l’Eurostar delle 19.32 – contro la quale la Regione ha aperto un contenzioso – erano costretti a fare rientro in treni molto spesso sovraffollati  e che non coprivano la fascia oraria del tardo pomeriggio.

La Regione Umbria – ha aggiunto Rometti – pretenderà da Trenitalia interventi e impegni concreti per elevare il servizio ferroviario ai livelli di qualità richiesti dagli utenti e dalla Regione. Saremo intransigenti – ha detto – su puntualità, pulizie e decoro del materiale rotabile e, se Trenitalia non manterrà alta l’attenzione sull’Umbria, la Regione agirà di conseguenza”.
L’assessore ha annunciato che la Regione si è già attivata affinché, a partire da giugno, Trenitalia trovi la soluzione per fare in modo di posticipare l’orario della partenza da Roma e che la coppia di treni arrivi e riparta dalla stazione Termini.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter