Condividi su facebook
Condividi su twitter
Duecento bambini e ragazzi hanno "adottato" una pianta e liberato un rapace ferito nell'ambito dell'iniziativa promossa da Istituto Agrario "Ciuffelli" e Corpo Forestale dello Stato
dsc04894

A Todi 200 tra bambini e ragazzi delle scuole materne, elementari, medie e superiori del comprensorio tuderte hanno celebrato nei giorni scorsi la "festa degli alberi", organizzata anche quest’anno dall’Istituto Agrario "Ciuffelli" in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato.

Le classi sono state accolte nel teatro della scuola dal dottor Luciano Servili del Comando regionale del CFS, che ha illustrato il significato dell’iniziativa e le attività del Corpo. E’ seguita una breve lezione di ornitologia, a cura del dottor Daniele Iavicoli del Centro Studi Ornitologici "Antonio Valli", che ha sostituito, a causa del maltempo, l’esperienza di cattura ed inanellamento degli uccelli programmata nel parco botanico di Montecristo.

Successivamente gli alunni sono sciamati fuori ed hanno piantato un albero all’ingresso dell’Istituto, assumendo l’impegno di adottarlo e seguirlo nella sua crescita futura. A tal proposito va ricordato che il "Ciuffelli" ha destinato una specifica area della sua azienda ad arboreto didattico, la cui piantumazione verrà implementata di anno per anno, rendendolo disponibile quale spazio di educazione ambientale.

La festa si è conclusa con la liberazione tra gli applausi di un rapace ferito, un falco da palude, ad opera del Centro Recupero della Fauna Selvatica "Formichella" di San Venanzo.
L’iniziativa, vivace ed istruttiva, rientra tra le attività promosse dalla fattoria didattica dell’Istituto Agrario, che ha visto il coinvolgimento durante l’anno di oltre duemila studenti provenienti da tutta l’Umbria.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter