Il Comitato Civico Aria Nuova per Todi si unisce all’importante iniziativa che vedrà nelle prossime settimane amministratori, associazioni e singoli cittadini della Media Valle del Tevere impegnarsi nella raccolta firme per evitare la soppressione del punto nascita dell’Ospedale Comprensoriale della Media Valle del Tevere sito in Pantalla.
Sarà una lunga e dura battaglia, non possiamo permettere che l’Ospedale Comprensoriale perda un ulteriore tassello a meno di 3 anni dalla sua nascita, ricordiamo che offre servizio a 7 comuni del comprensorio per un bacino di utenza totale di circa 60.000 persone.
Già quest’estate Aria Nuova per Todi aveva messo alla luce alcune problematicità di tale Ospedale Comprensoriale, che a meno di 3 anni dalla nascita, dopo un “sacrificio” economico della collettività di molti milioni di euro, non può permettersi di perdere per strada poco alla volta pezzi così importanti.
Questa storia rientra nel discorso da noi portato avanti qualche tempo fa dove denunciavamo non vogliamo un bell’ospedale ma un ospedale funzionante pertanto anche le responsabilità politiche di chi ha deciso di spendere soldi pubblici e ora vuole chiudere un reparto vitale.
Con questo articolo di adesione proponiamo a tutte le forze in campo e alle forze che hanno proposto questa iniziativa di organizzare dei banchetti per la raccolta firme in tutte le zone più frequentate del comprensorio per dimostrare che i cittadini si sono stancati di dover sopportare tutte queste inefficienze.
Ricordando sempre che sono stati spesi 40 milioni di euro e a distanza di qualche anno ci ritroviamo a dover parlare di una chiusura di un reparto.
Questo non è che l’inizio, come abbiamo dimostrato già quest’estate abbiamo delle proposte serie e concrete alle quali stiamo lavorando, studieremo dettagliatamente come poter salvare il nostro ospedale, siamo disponibili alle proposte ed al confronto e porteremo sui tavoli del Consiglio Comunale le nostre idee, starà a loro poi dibatterle, motivarle ed ognuno dovrà prendersi le proprie responsabilità.

condividi su: