Condividi su facebook
Condividi su twitter
Nella capitale dell'UE, l'associazione dei nostri corregionali promuove i prodotti tipici e sostiene progetti sociali della terra natia
Senza nome

L’Umbria resta nel cuore. Nel cuore dei turisti che visitano la regione, ma anche degli umbri lontani, che continuano a coltivare legami di affetto con la terra natia.
Caso esemplare è quello dell’Associazione Umbri a Bruxelles, un sodalizio attivo da ormai quasi quindici anni nella promozione della propria terra nella capitale dell’Unione Europea.
E’ quanto avverrà anche domenica 22 giugno, quando all’interno di un parco nel centro di Bruxelles andrà in scena la tredicesima sagra della porchetta, da sempre una rassegna per degustare e rifornirsi di una valida rappresentanza di sapori e profumi umbri, prodotti agroalimentari graditi non soltanto dai corregionali in Belgio ma anche dai tanti funzionari comunitari degli altri Paesi che partecipano sempre numerosi alle iniziative dell’AUB.

E’ andata così anche lo scorso marzo per la consueta festa mascherata, altro appuntamento fisso promosso dall’Associazione Umbri a Bruxelles per valorizzare le tradizioni sociali e culturali umbre  in Europa.
A dare maggiore valore all’iniziativa il fatto che anche stavolta i proventi della serata sono stati devoluti come sempre in beneficenza e sono tornati anche stavolta in Umbria, a sostenere l’associazione “Mi fido di te” che affianca il Centro per la cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare di Todi, un’eccellenza nazionale che fa onore all’Umbria anche all’estero e che per questo motivo è stata scelta quale destinatario del contributo.
“Puntiamo a valorizzare le eccellenze enogastronomiche della regione, che tanto apprezzamento trovano all’estero – spiega la Presidente dell’AUB, la tuderte Francesca Cionco, addetto agricolo presso la Rappresentanza Italiana a Bruxelles – ma anche a sostenere, seppur da lontano, progetti di solidarietà sociale che ci rendono orgogliosi di essere umbri”.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter