Condividi su facebook
Condividi su twitter
Spettacolo durato una decina di minuti in coincidenza con un giorno che in taluni suscita timori
luna-rossa-

 Annunciata dagli astronomi, è apparsa imponente una Luna rossa che da Todi è stata visibile per una decina di minuti dopo che, intorno alle 21,15 è spuntata, grande e rotonda da dietro il profilo dei Monti Martani.

E’ avvenuto venerdì 13, per i superstiziosi, è un giorno davvero particolare.
Oggi, venerdì 13, la luna ha raggiunto completamente il suo plenilunio. Un evento questo che può essere definito secolare.
Con il percorso del sole che raggiungerà il suo massimo in cielo durante questo mese con il solstizio d’estate, la luna è invece al suo minimo, e si mantiene sempre più bassa all’orizzonte, ottenendo quel particolare effetto ambrato, tra velature di rosso quasi sanguino, che la rendono insolita (un presagio nefasto presso le culture antiche), ma al contempo eccezionalmente affascinante.

L’effetto ambrato è dovuto alla dispersione di lunghezze d’onda della luce causate dalle polveri e dall’inquinamento presente nella nostra atmosfera.
E’ un fenomeno simile a quello visto al tramonto, quando la luce solare si disperde verso l’estremità rossa dello spettro, rendendo il disco del sole tra l’arancione ed il rosso ad occhio nudo.
Il fenomeno è causato da una illusione ottica che fa sembrare la Luna più grande quando è al confine dell’orizzonte rispetto a quando si trova alta nel cielo.
I ricercatori ammettono di non essere ancora in grado di spiegare questo particolare inganno, però sospettano che abbia qualcosa a che vedere con la mente umana, la quale cerca di assimilare la luna ad alcuni oggetti più familiari come le montagne, gli alberi e le case in primo piano

Quando poi la Luna ha iniziato ad alzarsi al di sopra del profilo del massiccio la colorazione è passata all’arancione per poi, complice la foschia, al consueto pallido colore.

condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter